Excite

Ius Soli è legge per la Camera: cittadinanza a figli di stranieri nati in Italia. Razzismo dilagante su Twitter

  • Twitter

di Simone Rausi

Le riforme si fanno, l’Italia cambia”. Matteo Renzi, sui social, tiene ancora una volta il mouse in una mano e un calice di prosecco nell’altra. Ma se da una parte ci sono entusiasmi e applausi da tutto il pd, dall’altra – la parte della Lega, per dire – tuonano cori e urli carichi di insulti (“Vergogna”). Di fatto c’è che lo Ius Soli (in latino “diritto al suolo”), la legge che permetterà di ottenere la cittadinanza italiana a tutti i figli nati in terra italica (stranieri e immigrati compresi, come tiene a sottolineare il morigerato “Il Giornale”), è stata approvata dalla Camera e passa quindi al Senato.

Le opinioni di Cécile Kyenge sullo Ius Soli

310 sì, 66 no e 83 astenuti. Tra le fila di questi ultimi parecchi esponenti del M5S. A battersi contro l’approvazione della legge sono stati, in misura maggiore, Fdi e Fi, mentre si è praticamente spaccata a metà Forza Italia. Ma, concretamente, cosa cambierà con l’approvazione della nuova legge (per il momento solo in prima lettura)? Chi nasce in Italia da genitori stranieri in possesso, da almeno cinque anni, del permesso di soggiorno Ue (almeno uno dei due deve averlo) potrà ottenere la cittadinanza per nascita. Per ottenerla servirà una dichiarazione di volontà firmata da almeno un genitore che dovrà pervenire entro e non oltre i 18 anni del figlio (quest’ultimo dovrà inoltre aver frequentato almeno un ciclo scolastico). Qualora questa dichiarazione non venisse mai resa tale, il cittadino che vuole acquisire la cittadinanza può farne richiesta entro e non oltre due anni dopo la maggiore età.

Lo Ius Soli sarà valido solo per cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea. Niente da fare quindi per gli italiani o gli europei che si muovono all’interno dei Paesi della Comunità. Parte della sinistra si dice “Orgogliosa dei nuovi italiani” e bolla la legge come “una legge di civiltà”. Al contrario, Lega e Fratelli d’Italia, parlano di legge pericolosa che, in piena emergenza immigrazione, non farebbe altro che aprire le porte del nostro Paese ad altri extracomunitari.

Opinioni spaccate anche su Twitter dove l’hashtag #iussoli è entrato tra i trend topic immediatamente piazzandosi ai vertici. C’è chi festeggia e chi si indigna ma, su tutti, dilagano centinaia di tweet a sfondo razzista: “L’Italia non è una nazione meticcia”, “cittadinanza regalata a chiunque, che schifo #italiaagliitaliani”. Tra i tweet più popolari quello del solito Gasparri: #iussoli @matteorenzi regala la cittadinanza confermando la sua linea da scafista , diremo no in Parlamento e tra la gente #ForzaItalia.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017