Excite

Jobs act: pc e cellulari del lavoratore sotto controllo dell'azienda

  • Youtube-Twitter

All'interno del Jobs act è contenuta una norma che trasforma i lavoratori in veri e propri Fantozzi. Ovvero, l'azienda potrà tenere sotto controllo badge, tablet, pc e cellulari del dipendente, allo scopo di valutarne l'operato sul posto di lavoro, senza la sua autorizzazione.

A noi, francamente, è venuta in mente una scena di 'Fantozzi contro tutti'. Quella in cui il vessatissimo ragionier Ugo interpretato da Paolo Villaggio disegna in cielo la scritta 'Il megapresidente è uno stronzo', atto che innesca un allarme generale all'interno dell'azienda.

Jobs Act, ecco cosa cambia con l'art.18

Dopo perizia calligrafica, Fantozzi viene scovato e quindi punito dal Megapresidente. Che prima gli fa cancellare la scritta e poi gliela fa sostituire con un 'Fantozzi è uno stronzo'.

Addio Statuto del 1970 - Il nuovo decreto è uno dei quattro decreti legislativi che sarà presentato alle commissioni competenti di Camera e Senato che dovranno esprimere parere, obbligatorio, ma non vincolante, entro il 16 luglio.

Viene modificato l'ennesimo decreto attuativo che cambia le norme regolanti il controllo a distanza contenute nello statuto dei lavoratori del 1970. Una autentica beffa per i Sindacati, che annunciano ricorso presso il garante della privacy.

La segretaria nazionale della Cgil, Serena Sorrentino, parla di "colpo di mano. Daremo grande battaglia in Parlamento e ci rivolgeremo al garante della privacy. Questa norma così com'è non va assolutamente bene".

Sulla stessa lunghezza d'onda è Annamaria Furlan, numero uno della Cisl. "Protesteremo davanti alle commissioni parlamentari". Il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, si chiede perché ancora una volta le norme debbano andare esclusivamente a favore delle imprese.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017