Excite

Kenya, "la vittoria di Barack Obama è anche la nostra vittoria"

Il raggiungimento del quorum necessario per la nomination democratica da parte del candidato democratico Barack Obama è stata accolta con enorme entusiasmo dai quotidiani kenioti che hanno urlato: "Il figlio più famoso del Kenya!". E ancora: "È un grande giorno per il Kenya! La battaglia del secolo!". A riferirlo il sito GlobalVoices.

Anche molti blogger si sono attivati; sono stati diffusi pronostici e intavolate discussioni sul programma del senatore. Sembra che in Kenya la vittoria di Obama rappresenti, infatti, la vittoria del Paese. Spin Digest, per esempio, scrive: "Qui in Kenya, la superlativa prestazione di wuod k’ogelo’s in una sfida così impegnativa dovrebbe ispirare i giovani verso auto-riflessioni capaci di spingerli a portare il cambiamento in questo nostro, potenzialmente grande Paese".

C'è poi chi, come Kumekucha, sottolinea l'ascesa del senatore: "Da politico sconosciuto a primo candidato afro-americano nella storia delle presidenziali americane in meno di quattro anni!". E chi pone l'accento sullo storico significato che può avere l'insediamento di Obama alla Casa Bianca. Businessinfocus, a tal proposito, scrive: "Il trionfo del senatore Obama è tanto più significativo se inserito in un contesto multietnico come quello statunitense, ancor più quanto questi temi rimangono irrisolti. E malgrado siano state volutamente evitate possibili classificazioni fra stati blu o rossi, americani bianchi e afro-americani, è evidente come la popolazione non si veda attarverso la stessa lente che filtra e mostra gli “stati uniti” secondo l'ottica del candidato".

Il Kenya sostiene Obama e vede in lui una forma di riscatto dal passato e una speranza per il futuro. Ma la vera partita deve essere ancora giocata e come scrive Kumekucha: "Obama, a pochi passi dalla Casa Bianca, ora deve affrontare la battaglia più dura, quella contro il Sen. John McCain, candidato repubblicano alla carica più alta degli Stati Uniti".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017