Excite

La confessione di Ghedini: "Mezza Italia mi odia, la colpa è anche mia"

'Perchè mi odiano tanto? Non sono così presuntuoso da non sapere che avrò qualche colpa, né così impassibile da non ritenere che mezza Italia giudica me un diavolo, un cattivo, un orco. Uno al servizio del potente, senza scrupoli, senza mezze misure. Questa dimensione, il cattivo, è difficile da sostenere. Io sono liberale e faccio politica perché penso di contribuire con le mie idee a rendere più civile e degna il nostro Paese'. Così disse Niccolò Ghedini, storico legale di Berlusconi, nel corso di un'intervista rilasciata a Corriere.it.

Riguarda lo storico botta e risposta tra Santoro e Ghedini ad Annozero

Intervista in cui emerge a tutto tondo un uomo che solitamente è trincerato dietro la nomea di 'avvocato del premier', con tutti i patemi e le afflizioni tipiche di chi giorno dopo giorno si scontra con una realtà decisamente probante ed impegnativa. 'Anch'io mi deprimo, sento il peso di una fatica che si fa sempre più dura -dichiara un insolito Ghedini all'intervistatore-. O pensa che non abbia momenti di fragilità? O non mi chieda: è giusto o sbagliato quello che sto facendo. E' opportuno o no che gli sia sempre vicino'.

La vicinanza cui allude è quella che lo lega indissolubilmente a Silvio Berlusconi, verso il quale il legale dichiara di avere una forte empatia: 'Io voglio bene a quell'uomo e penso sinceramente che sia vittima di azioni ingiuste, alcune volte dissennate della magistratura. E un passettino alla volta stiamo andando avanti, nella direzione di un processo più giusto ed equo'.

Scordatevi dunque il Ghedini cinico e piccato di 'Annozero' oppure ancora il serafico legale che viene solitamente interpellato nei talk e nei tg di tutt'Italia. Anche il buon Niccolò infatti ha un cuore, e poco importa se batte solo per Silvio.

(foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016