Excite

La disputa tra Carlucci, Maiani e i fisici italiani

L'ingresso della On. Gabriella Carlucci (FI) nel mondo della fisica italiana ebbe inizio lo scorso 7 febbraio, quando la ex showgirl inviò una lettera a Romano Prodi in cui sosteneva che Luciano Maiani, neo presidente del Cnr, non fosse in grado di rivestire quella carica in quanto responsabile di notevoli danni alla credibilità internazionale di istituzioni da lui presiedute come l'Istituto di Fisica Nazionale e il Cern.

La deputata, in quei giorni, aveva inoltre messo in discussione la qualità dei nostri migliori scienziati quali: Nicola Cabibbo, Giorgio Parisi e Roberto Petronzio, accusandoli di non aver "prodotto nulla di scientificamente rilevante" e di essere solo "molto abili nel procurarsi posizioni di potere".

La vicenda ha dato il via ad uno "scambio di amorosi sensi" tra la Carlucci, i fisici italiani, il premio Nobel Sheldon Lee Glashow e l'eminente scienziato Alvaro de Rujula e prosegue fino all'epilogo (forse) di pochi giorni fa.

Ecco una sintesi dei fatti:

Ai primi di febbraio i termini di legge impongono di votare per la Presidenza del CNR, fino ad allora ricoperta da Luciano Maiani, già autore di importantissimi studi sulle particelle e stretto collaboratore del premio Nobel Sheldon Lee Glashow, la cui riconferma appare scontata. A questo punto scatta però il dilemma politico: Maiani è anche firmatario del documento che, mesi fa, chiedeva al Rettore de "La Sapienza" di rivedere se fosse davvero il caso di chiamare il Pontefice "a discorso" proprio nel giorno dell'apertura dell'Anno Accademico. I fisici membri del CNR votano tutti per Maiani, ma in Parlamento l'area cattolica non gli rinnova la fiducia.

A sostegno dei contrari alla nomina di Maiani si schiera proprio l'On. Gabriella Carlucci, a nome di Forza Italia, e manda al Ministro Mussi e a Prodi una lettera in cui svela paricolari negativi sulla reputazione di Maiani, che, a suo dire, sarebbe stato deriso dal premio Nobel Sheldon Lee Glashow e dal fisico di fama internazionale John Iliopoulos.

Il Ministro Mussi conferma ugualmente la nomina di Maiani alla presidenza del CNR.

Quando la vicenda sembrava essersi conclusa, arriva una lettera scritta dal premio Nobel Sheldon Lee Glashow che, risentito per la deformazione (a suo dire) del proprio pensiero ad opera della deputata FI, conferma senza esitare, la grandezza di Maiani. La Carlucci non ci sta e, nonostante una ulteriore lettera di Iliopoulos (sullo stesso tono di quella ricevuta dal premio Nobel), pubblica le sue "prove"per cui Maiani non sarebbe adatto alla carica di presidente del CNR.

La perseverante onorevole non fa in tempo a pubblicare il tutto sul suo blog che subito arriva la smentita dello stesso autore degli articoli da lei usati come prove, l'eminente scienziato Alvaro de Rujula. A questo punto i media cominciano a dare risalto alla vicenda , in cui la Carlucci sembra fare una pessima figura e lei, stizzita, replica con una lettera a Repubblica.

La bagarre al momento si chiude così. Il carteggio epistolare relativo alla vicenda è disponibile qui (il tono generale dell'articolo linkato non è privo di giudizi personali ma la documentazione originale risulta completa).

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016