Excite

La guerra dei comici: Rossi vs. Grillo, atto primo

Dopo i commenti al vetriolo da parte di Luttazzi tutti se la aspettavano l'esternazione di un altro "addetto ai lavori", esimio satirico collega del Grillo nazionale: Paolo Rossi. Che in un'intervista concessa al settimanale l'Espresso (nel numero in edicola da venerdì) non entra nel merito delle famose 3 proposte grilliane ma non risparmia critiche al personaggio e all'opportunità della sua operazione mediatico-politica.

Alla inevitabile domanda del giornalista sul collega, Paolo Rossi risponde "Beppe Grillo? Un buffone che ha saltato lo steccato.(...) Buffone In senso classico, naturalmente - precisa -. Grillo ha scavalcato lo steccato ed è diventato un predicatore. È una grossa perdita (...) Quando metteva a fuoco i costumi e i difetti degli italiani, lo faceva con tante modulazioni diverse ed era grande. Basterebbe ricordare 'Te la do io l'America'. Oggi è un predicatore e ha un tono solo, è monocromo. E poi, che bisogno c'è di urlare? La comicità non ne ha bisogno, è di per sè violenza"

Ma non ha la tentazione di rivolgersi anche lei alle piazze? Gli domanda l'intervistatore. "Grazie no, mi tengo fuori dal mucchio - risponde Rossi - La prima regola di chi fa satira politica è quella di non frequentare i luoghi del potere. È bene che il buffone resti separato dal re". Come dire, a ognuno il suo mestiere!

D'altronde nel seguito dell'intervista Rossi fa una professione d'amore tale per il teatro che proprio non ce lo si figura a mollare tutto per darsi alla politica: "È inutile negare che ho conosciuto la droga - ammette - Nell'ambiente ne girava parecchia. Ma siccome mi toglieva dal teatro, ho fatto vincere quest'ultimo. Però non si è mai fuori rischio. Conosce la caduta del vicolo? C'è un momento dopo lo spettacolo che porta verso una caduta libera. Si chiudono i camerini, scende il silenzio. Le uscite degli attori danno di solito su vicoli bui, stretti e deserti. È lì che si annida il pericolo. Ti senti vuoto, cerchi un appagamento come quello del palcoscenico. Devi tener duro ogni sera, ieri come oggi. Poi per fortuna, un po' dello spettacolo continua nella cena con gli attori. Il vuoto si tampona, e puoi andare a dormire"

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016