Excite

La Russia dice addio alle sue tradizionali armi

Piccola rivoluzione russa si potrebbe dire. Sì perché le armi simbolo della polizia dell'Urss prima e della Russia poi non saranno più date in dotazione agli agenti. Addio, quindi, ai fucili mitragliatori Kalashnikov e alle pistole Makarov.

"Queste armi sono ormai obsolete e hanno una capacità di rimbalzo troppo elevata - ha spiegato vice-ministro degli interni russo Mikhail Sukhodolski, annunciando la notizia - per cui, se un proiettile incontra un ostacolo, cambia traiettoria divenendo pericoloso non solo per i criminali, ma anche per i passanti e gli stessi agenti".

Ma Kalashnikov e Makarov sembrano avere dei degni sostituti. Le nuove armi, infatti, saranno i mitra Pp-200 e Vitiaz e la pistola Iarighin, a quanto pare capaci di perforare i giubbotti antiproiettile e di sfondare caschi e carrozzerie delle automobili.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016