Excite

L'addio a Matteo Miotto. Oggi i funerali di Stato, domani in forma privata

Nella Basilica romana di Santa Maria degli Angeli questa mattina sono stati celebrati i funerali di Matteo Miotto, il caporalmaggiore del Settimo Reggimento alpini di Belluno ucciso venerdì in Afghanistan da un cecchino. Durante l'omelia monsignor Vincenzo Pelvi ha detto: 'Il mondo intero ha bisogno di persone come voi, che ogni giorno donano qualcosa di eterno. E il nostro Paese, cari militari, vi ringrazia uno per uno'.

Ai funerali di Stato hanno partecipato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il ministro delle Difesa Ignazio La Russa, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, il presidente del Copasir Massimo D'Alema; mentre l'influenza ha impedito al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di essere presente.

'Il caporalmaggiore Matteo Miotto aveva scritto una lettera al sindaco di Thiene sulla sua esperienza in Afghanistan - ha ricordato l'arcivescovo militare durante l'omelia - Un messaggio che inaspettatamente è diventato profeticamente testamento, capace di condensare la ricchezza umana che egli lascia a tutti noi'. E ha poi aggiunto: 'Matteo ha sempre creduto nella giustizia, nella verità e nella forza interiore della compassione, nella fiducia e nell'amore fino a dare la vita. Da questo giovane arriva un invito a non cedere allo sconforto e alla rassegnazione'.

La salma di Matteo riposerà a Thiene, sua città di origine, nel cui Duomo domani alle 10.30 si terranno i funerali in forma privata. Il sindaco di Thiene ha spiegato che nel camposanto della città si trova un'area espressamente dedicata alle sepolture degli eroi di guerra, contraddistinta dal monumento alla Brigata Mazzini. Matteo verrà sepolto lì come chiesto nel testamento.

Ad accogliere la salma dell'alpino, arrivata ieri mattina all'aeroporto di Ciampino, i familiari e le massime autorità militari, tra cui il capo di stato maggiore della Difesa Vincenzo Camporini, in rappresentanza anche del capo dello Stato Giorgio Napolitano. Attraverso i microfoni si SkyTg24 il padre di Matteo ha chiesto che venga fatta chiarezza ull'uccisione del figlio. E ha raccontato di aver appreso la notizia con brutalità: 'Mi ha chiamato un ufficiale, mi pare di ricordare dall'Afghanistan. Mi ha chiesto se ero il padre di Matteo, poi mi ha detto: volevo comunicarle che suo figlio è deceduto'. Aggiungendo: 'Gli mancavano due settimane e poi sarebbe tornato a casa: pensavamo che l'avesse sfangata e invece così non è stato'.

Le immagini dell'arrivo del feretro a Ciampino

Secondo quanto reso noto dal direttore dell'Istituto di medicina legale dell'Università La Sapienza, Paolo Arbarello, dall'autopsia risulta che Miotto sia morto sul colpo. Arbarello ha spiegato: 'C'è stato un solo colpo che ha provocato una lesione che ha determinato la morte immediata, qualunque soccorso non sarebbe valso a cambiare le cose'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016