Excite

L'affitto di Calderoli a Roma pagato con i soldi della lega Nord

  • Infophoto

Effetto domino in atto tra le fila padane. L'ex Ministro per la semplificazione Roberto Calderoli, membro del nuovo triumvirato post Bossi insediatosi per "fare pulizia dei leghisti cattivi", pagava l'affitto del suo appartamento a Roma (ladrona), in via Ugo Bassi al Gianicolo, con i soldi della Lega Nord.

I Carabinieri del Noe capitolino hanno infatti sequestrato gli atti in cui si documenta una pigione di 2.200 euro mensili e il proprietario dell'appartamento, interrogato dalle forze dell'ordine, avrebbe confermato la prassi.

Ma non basta. Sempre nelle stesse ore Gianluca Pini, deputato della Lega Nord, "ha messo il carico" in diretta tv a Omnibus (La7): "Quando scopro che il mio ex capogruppo ha speso in un anno 90 mila euro con la carta di credito del gruppo qualcuno mi deve giustificare come cavolo son stati spesi". L'ex capogruppo in questione è Marco Reguzzoni e lo sfogo di Pini investe l'intero sistema: "La certificazione del bilancio non va ad analizzare ogni singola pezza giustificativa. Il problema vero è dare una risposta seria a quello che si è evidenziato come un malcostume diffusissimo. Che non è solo sul finanziamento pubblico legato ai rimborsi elettorali: è e lo sottolineo anche sull'utilizzo che ne fanno i gruppi parlamentari"

"Ci è stato comunicato che sono state fatte spese significative con una carta di credito intestata a Marco Giovanni Reguzzoni sui quale nessuno ci ha dato delle giustificazioni, magari è tutto regolare ma semplicemente chiediamo di sapere per cosa sono stati spesi" ha infine aggiunto Pini. "I soldi del gruppo sono palesemente istituzionali e chiunque li usa deve presentare una pezza giustificativa".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016