Excite

Laura Marsilio: i figli degli immigrati nati in Italia sono stranieri

Mentre il mondo intero si prepara in maniera consapevole alle nuove sfide imposte dalla multirazzialità, l'Italia resta sempre un passo indietro e dopo i limiti imposti alle scuole pubbliche italiane adesso a far discutere è una frase pronunciata da Laura Marsilio.

La Marsilio è assessore alle Politiche scolastiche di Roma in forza Pdl e si è macchiata di un'offesa che sta facendo discutere nella Capitale e non solo sostenendo, durante la visita alla scuola elementare ex Pisacane, che 'i figli degli immigrati nati in Italia sono da considerare stranieri'.

'Anche se questi bambini sono nati in Italia è sbagliato considerarli non stranieri. Non è solo un fatto anagrafico ma è una questione culturale. È bene che questi bambini possano convivere con quelli di origine italiana perché così si favorisce un sentimento di appartenenza', ha detto la Marsilio aggiungendo che 'considerarli italiani è un'idea sbagliata di integrazione. È grave pensarla così'.

Per evitare malumori il sindaco Alemanno ha dichiarato che l’assessore Marsilio si è 'espressa male' e che 'in Italia non esiste diritto di cittadinanza in base alla nascita ma voglio sottolineare con chiarezza che i bambini che nascono nella nostra città sono un patrimonio per Roma e non mi sento di definirli stranieri'.

Ma l'opposizione è insorta e ha chiesto le dimissioni dell'assessore la quale in serata ha voluto ribadire la sua posizione dichiarandosi sorpresa per le critiche: 'ho usato il termine stranieri verso i figli di immigrati senza voler dare nessuna accezione negativa a questo termine e non comprendo come sia potuto avvenire questo equivoco. Ho utilizzato semplicemente le parole della normativa vigente nel nostro Paese che non conferisce automaticamente la cittadinanza italiana ai figli di immigrati nati in Italia. Ma soprattutto ho voluto sottolineare la necessità, secondo quanto previsto dalla circolare del ministro Gelmini, di includere nelle stesse classi scolastiche sia bambini di origini italiane che bambini figli di immigrati'.

Peccato che nella stessa direttiva e nella riforma della scuola della Gelmini si parli di un massimo di stranieri per singola classe del 30%...

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016