Excite

Egitto, ancora scontri contro il governo

Dopo la Tunisia e l'Albania, è ora la volta dell'Egitto. La popolazione, afflitta dalla povertà, protesta contro il regime. Tra dimostranti e polizia si è innescato un vero e proprio braccio di ferro che purtroppo ha mietuto le sue vittime. Questa notte le forze di sicurezza hanno cercato di disperdere le migliaia di persone raccolte da ieri pomeriggio in piazza Tahrir al centro del Cairo, provocando il ferimento di dieci persone. Negli scontri di ieri sono rimasti uccisi due manifestanti e un poliziotto. Il poliziotto è morto nel corso delle proteste nella capitale, mentre i due manifestanti sono deceduti a Suez.

Il video degli scontri in Egitto

A Il Cairo i manifestanti hanno urlato: 'Abbasso, abbasso Hosni Mubarak'. E ad Alessandria è stato abbattuto un ritratto di Mubarak e di uno dei suo figli, Gamal, che molti egiziani ritengono sia destinato a succedere al padre quando questi si ritirerà.

Oggi la polizia egiziana ha arrestato il segretario generale del sindacato dei giornalisti egiziani, Yayha Qalash, in un blitz nel centro de Il Cairo. Da quanto si è appreso, gli agenti hanno circondato la sede del sindacato della stampa. L'arresto sarebbe legato a fatti che riguardano le manifestazioni di ieri avvenute in diverse città egiziane contro il governo.

Al potere da 30 anni, Hosni Mubarak si trova ora ad affrontare la dura protesta della popolazione ispirata dai recenti fatti avvenuti in Tunisia. I gruppi di opposizione si affidano al web da dove hanno lanciato la loro protesta. La grande manifestazione che si è svolta ieri mattina a Il Cairo e le altre organizzate nel resto del Paese sono state promosse e coordinate tramite il web. A sfruttare il web e in particolare Facebook è soprattutto, ma non solo, il movimento giovanile denominato '6 aprile'. Sulla propria pagina Facebook questa mattina il movimento ha postato il comunicato con il quale si è stato chiesto agli attivisti dell'opposizione di continuare con la protesta 'fino alla caduta di Mubarak'.

Foto: youtube.com

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016