Excite

Leonardo, Mussolini: scontro con Cancellieri per vederlo

  • Infophoto

Come se non ci fosse ancora abbastanza clamore intorno alla vicenda, ieri Alessandra Mussolini - in veste di presidente della Commissione parlamentare per l'Infanzia - ha deciso di voler incontrare Leonardo, il 'bambino conteso', e per farlo ha smosso mari e monti. Come ricostruito dalla stessa deputata Pdl alle varie agenzie di stampa e poi anche a 'Pomeriggio 5' di Barbara D'Urso, c'è stato un vorticoso giro di telefonate alla fine del quale Mussolini l'ha spuntata e ha potuto vedere Leonardo.

Mussolini a 'Pomeriggio 5': "Leonardo mi ha detto che vuole tornare dalla mamma"

"All'inizio non mi volevano far entrare nella struttura. Ho chiamato il questore e mi ha risposto che bisognava chiedere al magistrato" ha raccontato la parlamentare, che però non si è data per vinta e ha pensato di andare direttamente alla fonte, rivolgendosi al ministro Cancellieri. Ma quest'ultima non le ha certo mostrato disponibilità: "Quando le ho detto che era mio diritto entrare mi ha risposto 'e questo chi glielo ha detto?'". Risposta che ha fatto andare su tutte le furie Mussolini, che ha commentato con stizza: "Evidentemente il ministro non conosce la Costituzione, io sono una parlamentare, certo che posso entrare per fare un'ispezione".

La storia di Leonardo, il bambino conteso: tutti gli aggiornamenti

E quindi, sull'onda del più italico 'lei non sa chi sono io', la deputata Pdl ha continuato nella sua marcia di avvicinamento alla struttura, fino a riuscire a entrare e a incontrare Leonardo. "Il bambino è molto provato, era pallido, ha riferito di avere mal di schiena, e poi mi ha detto: 'Io voglio tornare a casa da mia madre'" ha dichiarato Mussolini ad Adnkronos, aggiungendo: "Per lui è stato come subire un sequestro, come si fa a non capirlo?".

La parlamentare ha quindi tuonato contro il "sistema" che, ha detto, "è andato in tilt, questa vicenda è stata gestita in un modo scandaloso", mentre a proposito del controvideo annunciato dalla polizia, in cui si vedrebbe che a sollevare il ragazzino per i piedi è il padre, mentre un agente lo prende per le braccia proprio per evitare che si faccia male alla schiena, Mussolini ha commentato: "Il questore me ne ha parlato ma ci sono tante incongruenze. Comunque questi sono dettagli. A me interessa come sta il bambino e il bambino in questo momento è stravolto, sta male, e vuole tornare dalla madre. In questa storia non ci sono vincitori nè vinti: è il fallimento di tutto il sistema".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017