Excite

La lettera di Berlusconi alla Ue

  • Documento Ufficiale

Il Governo Berlusconi, dopo la richiesta della UE di "sforzi considerevoli", ha presentato una lettera contenente le nuove misure a sostegno della crescita e necessarie al superamento della crisi. Ecco, punto per punto, le "promesse chiave" di Berlusconi a Josè Manuel Barroso e Herman Van Rompuy.

Quattro le "direttrici" che l'esecutivo seguirà nei prossimi 8 mesi:

  1. Entro 2 mesi, la rimozione di vincoli e restrizioni alla concorrenza e all’attività economica, così da consentire, in particolare nei servizi, livelli produttivi maggiori e costi e prezzi inferiori.
  2. Entro 4 mesi, la definizione di un contesto istituzionale, amministrativo e regolatorio che favorisca il dinamismo delle imprese.
  3. Entro 6 mesi, l’adozione di misure che favoriscano l’accumulazione di capitale fisico e di capitale umano e ne accrescano l’efficacia.
  4. Entro 8 mesi, il completamento delle riforme del mercato del lavoro, per superarne il dualismo e favorire una maggiore partecipazione.
Tale piano d’azione sarà definito entro il 15 novembre 2011.

Ma, in concreto, che significherà per gli italiani?

PENSIONI:
Uomini e donne potranno andare in pensione non prima dei 67 anni a partire dal 2026. Per chi invece è prossimo alla pensione di anzianità, i requisiti sono stati rivisti e aumenteranno fino ad arrivare a regime dal 2013.

RIFORMA DEL LAVORO:
La riforma della legislazione del lavoro verrà attuata grazie a 5 miliardi di euro l’anno per tre anni provenienti dal piano di dismissione del patrimonio pubblico (previsto entro il 30 novembre). Entro maggio 2012 il Governo promette "una nuova regolazione dei licenziamenti per motivi economici nei contratti di lavoro a tempo indeterminato" e "più stringenti condizioni nell'uso dei contratti para-subordinati". Prevista inoltre la promozione dei contratti di apprendistato (verrà facilitato il loro utilizzo) e di inserimento delle donne.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE:
Previsti anche interventi sulla pubblica amministrazione, tramite "meccanismi cogenti e sanzionatori", che renderanno effettivi (tra le altre cose) la mobilità obbligatoria del personale, la cassa integrazione.

Il testo integrale della lettera del Governo Berlusconi alla Ue è disponibile in basso.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016