Excite

Cesare Battisti, il presidente Napolitano ha scritto a Dilma Rousseff

Oggi il quotidiano La Repubblica ha pubblicato una lettera scritta dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al suo omologo brasiliano Dilma Rousseff sul caso dell'ex terrorista rosso Cesare Battisti. Ha fatto scalpore il 'no' all'estradizione deciso dall'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva. In Italia si sono svolte numerose manifestazioni e il ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, dopo aver scritto anche lui una lettera alla Rousseff si è detto pronto a ricorrere alla Corte internazionale dell'Aja.

La manifestazione a Milano contro il no all'estradizione di Cesare Battisti

La manifestazione a Roma contro il no all'estradizione di Cesare Battisti

Nella lettera scritta da Napolitano al presidente brasiliano è stato sottolineato il fatto che la mancata estradizione di Battisti è 'un motivo di delusione e amarezza per l'Italia'. Il capo di Stato italiano ha poi aggiunto: 'Non è stato forse pienamente compreso il bisogno di giustizia del mio Paese e dei familiari delle vittime di brutali e ingiustificabili attacchi armati, nonché dei feriti in quegli attacchi e a stento sopravvissuti'.

Napolitano ha quindi ricordato gli anni di piombo vissuti in Italia e ha sottolineato il 'bisogno di giustizia legato all'impegno con il quale le istituzioni democratiche del mio Paese e la collettività nazionale seppero reagire alla minaccia e ai colpi del terrorismo, riuscendo a sconfiggerlo secondo le regole e dello Stato di diritto'.

'Non sono accettabili rimozioni, negazioni o letture romantiche dei fatti di sangue di quegli anni, e le responsabilità non possono essere dimenticate', ha affermato il presidente della Repubblica Napolitano.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016