Excite

Lettera di Luciana: giornalista romena in Italia

La lettera che segue è stata scritta da Luciana Suica, romena di 23 anni, genitori di Ferrara ma nata e residente in Romania. Rimarrà in Italia fino al prossimo 17 novembre, nell'ambito di un progetto portato avanti dalla Regione Emilia-Romagna con i figli degli emiliano - romagnoli emigrati all'estero.

Luciana racconta come vive il suo soggiorno nel nostro Paese alla luce del decreto espulsioni  del Governo (vota il sondaggio di Excite) e, in un clima di odio verso i suoi connazionali, commenta la posizione del Governo romeno tramite una lettera ai genitori pubblicata dall'Agenzia Dire.

Ecco la missiva:

Ciao a tutti! Come state? Tutto a posto a casa? Vi scrivo per dirvi di non preoccuparvi per me. Sto bene. Io lo so che la situazione dei rumeni qui in Italia è molto delicata, però sto facendo il mio lavoro qui, e cerco di non pensarci troppo. É strano che dobbiamo vivere con questa paura in un paese come l'Italia. Soprattutto perché dei rumeni come me, come Simona, (un'amica ndr) come suo marito e altri che lavorano onestamente, non hanno colpa dei delitti degli altri. Però, posso capire anche il governo italiano, che deve risolvere il problema degli zingari rumeni che fanno tanti guai. Simona mi diceva che si vergogna di andare in ufficio, di dire che è rumena. Io no, mi conoscete. Non mi vergogno delle mie origini e del mio paese, perché questo vorrebbe dire vergognarmi di me stessa. Invece, io sono contenta di chi sono e delle cose che sto facendo qui. E, per essere sincera, la gente che mi conosce mi rispetta come tutti gli altri colleghi. Solo chi non ti conosce, appena sente da dove arrivi, ha delle reazioni strane: come l'altro giorno, quando sono andata a prendere un gelato, e il gelataio mi ha chiesto: 'Di dove sei?'. E io: 'Della Romania'. Lui subito ha sgranato gli occhi e si è controllato le tasche...

Non so quali sono le notizie che vi sono arrivate per essere così preoccupati. Anche qui i giornali scrivono molto dei crimini commessi dai rumeni, però è la stampa. Io sono giornalista, e lo so che questo è un soggetto interessante per i mass media. E anche un discorso politico. Ho letto la difesa di Tariceanu e vi assicuro che è una situazione che si riferisce soltanto a quelli che sono delinquenti. Però vi prego (soprattutto la mamma) di non avere paura per me. Lo ripeto: sto bene. Grazie per avermi telefonato, mi ha dato tanta energia sentire la vostra voce. Vi ricordo che tra poco torno.

Un bacio

Luciana

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016