Excite

Libraio anti-Salvini minacciato a Milano: "Guardati le spalle"

  • Facebook

Minacciato per aver appeso, davanti al suo negozio, una immagine di Salvini con la scritta 'Io non posso entrare'. E' successo a Federico Valera, proprietario della libreria milanese Baravaj.

Una iniziativa che non è piaciuta allo stesso Salvini, così come ai militanti della Lega Nord. Numerose le minacce ricevute da Valera su Facebook. "Guardati le spalle", ha scritto qualcuno.

Salvini e la felafel cup

"La mia è sì una libreria politicamente connotata, ma quella locandina è frutto semplicemente di un momento goliardico, un gesto per vincere la noia del luglio milanese", ha spiegato il libraio in una intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano.

Minacce a parte, Valera ha dichiarato di star subendo quel che in gergo viene definita una shitstorm, ovvero una tempesta di insulti. Senza contare che negli ultimi giorni, la reputazione della libreria su Facebook è in forte calo.

La libreria Baravaj aveva 13 giudizi a cinque stelle, prima della iniziativa anti-salvini, "ora ne ho 90 a una stella", racconta Valera, che sul social network caro a Mark Zuckerberg dichiara di essere "decisamente stufo".

"Sono stufo di ricevere minacce, è così strano?" ribadisce Valera in un commento allo status. "Come è nata l'idea? Ho trovato in rete il generatore di felpe di Salvini. Mi è piaciuta la scritta, l'ho stampata e l'ho appesa al negozio".

decisamente stufo

Posted by Libreria Baravaj on Giovedì 30 luglio 2015

Lo stesso Salvini ha dedicato alla locandina della libreria Baravaj un post. "Alla faccia dei democratici e dei tolleranti di sinistra! I miei libri li compro altrove, e comunque mai metterò piede in questa libreria".

Alla faccia dei democratici e dei tolleranti di sinistra! I miei libri li compro altrove, e comunque mai metterò piede in questa libreria.

Posted by Matteo Salvini on Giovedì 30 luglio 2015

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017