Excite

Liquid Feedback a Servizio Pubblico: ecco il Gf dei politici

  • Facebook

A metà strada tra il Grande Fratello e Sanremo alla Gianni Morandi, lo strumento di democrazia partecipativa, Liquid Feedback sbarcato ieri nella prima puntata di Servizio Pubblico si è rivelato un flop che ha fatto imbufalire i telespettatori. La piattaforma di votazione online proposta e annunciata in conferenza stampa da Giulia Innocenzi doveva servire al cittadino per votare progetti di vario genere attraverso una complessa procedura di eliminazione elettronica.

Servizio Pubblico, cronaca della prima puntata

Peccato però che l'iniziativa si sia trasformata nel più berlusconiano dei reality show in cui il telespettatore si è trovato a decidere tra i due nominati Angelino Alfano e Roberto Maroni tramite un SMS a pagamento. Mancava solo la giuria con Simona Ventura. L'effetto è stato immediato, una valanga di commenti negativi sono arrivati sui profili Facebook e Twitter di Servizio Pubblico e di Giulia Innocenzi. Già banale il contenuto proposto nel sondaggio in stile "ne resterà soltanto uno" che aveva l'obiettivo di scegliere tra gli attuali politici in carica il leader del paese, ad oggi impresa impossibile e in più se con un votazione a pagamento. Per dovere di cronaca vi diciamo che l'escluso della settimana è il segretario del Pdl, continua invece la corsa del leghista.

Indignati gli utenti su Facebook scrivono: "Ammazza che novità che vi siete inventati. Alla prossima puntata tocca alla televendita?"; "Ma che è? xfactor? E poi perchè solo quei due? sono tutti da eliminare, ma non paghiamo per dirlo". Il più irriverente azzarda un paragone tra Giulia e Maria De Filippi: "A me questa piattaforma mi sembra una cagata. Sembri la De Filippi con queste frasi tipi "se vuoi eliminare tizio, premi uno" e' una tristezza! ma non te ne accorgi?! e poi che garanzie ci sono sulla correttezza dei dati? ci sono ufficiali che controllano? ma...".

Insomma il televoto alla Grande Fratello proprio non è andato giù al pubblico: non si addice ad una trasmissione come Servizio Pubblico e ancora di più se lo scopo era quello di creare un partito televisivo frutto della comunicazione politica. La giornalista di solito molto attiva su Twitter non ha ancora dato un suo commento ai telespettatori delusi dal risultato dall'iniziativa. Niente di fatto dunque, il ponte tra il popolo della Rete e il pubblico televisivo è ancora in costruzione.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017