Excite

Lombardia, Nicole Minetti indagata per peculato: cene ed Ipad con soldi pubblici

  • Getty Images

C'è anche Nicole Minetti tra i quaranta consiglieri regionali lombardi indagati dalla procura di Milano per l'utilizzo illecito dei rimborsi dei gruppi consiliari. L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo e condotta dalla Guardia di Finanza milanese, ha coinvolto consiglieri del Pdl e della Lega Nord, a partire dai rispettivi capigruppo in Regione Lombardia Paolo Valentini e Stefano Galli.

Nicole Minetti al Pirellone: guarda le foto

Ancora soldi pubblici finiti nelle tasche dei singoli esponenti del Consiglio, come nel caso dello scandalo Fiorito che ha causato le dimissioni della Polverini dalla presidenza della Regione Lazio. Ancora spese folli addebitate ai gruppi consiliari: stavolta sarebbero emersi pagamenti per munizioni da caccia da 750 euro, cocktail e acquisti di carne in macelleria, cene e colazioni, sigarette e cioccolatini, perfino videogiochi e gratta e vinci.

Anche l'ex igienista dentale del Cavaliere Nicole Minetti, eletta in Regione nel listino bloccato di Formigoni, risulta indagata per peculato: avrebbe pagato cene di lusso e spostamenti in taxi e fatto acquisti personali con fondi pubblici. Tra le sue spese ci sarebbero consumazioni da circa 800 euro all'hotel Principe di Savoia e "400 euro" per "sei coperti" al noto ristorante Giannino. La Minetti avrebbe poi acquistato un Ipad del valore di 750 euro, nonstante fosse già in possesso di quello in dotazione a tutti i consiglieri regionali. Ma non avrebbe trascurato la cultura, comprando un libro per 16 euro. Il titolo? Mignottocrazia dell'ex deputato Pdl Paolo Guzzanti, un ritratto impietoso di come la nostra politica sia diventata anche una questione di letto. In totale, decine di migliaia di euro spesi utilizzando i fondi del Pirellone.

Nell'inchiesta per peculato la Minetti è in buona compagnia. Tra gli altri, risulta indagato anche Renzo Bossi, meglio noto come il Trota, il figlio dell'ex segretario della Lega Nord Umberto Bossi: anche per lui l'accusa è di peculato, in merito a numerosi acquisti di videogiochi, sigarette e bibite, in particolare la Red Bull. Intanto Nicole Minetti avrebbe già manifestato l'intenzione di presentarsi davanti ai magistrati per rendere conto dei soldi spesi e difendersi dalle accuse (l'interrogatorio è previsto il 19 dicembre).

Processo Ruby, Ilda Boccassini: "Berlusconi vuole arrivare a elezioni"

Già indagata nel secondo filone del processo Ruby, per l'ex valletta di Colorado, oggi è stata una giornata difficile dal punto di vista giudiziario. Al Tribunale di Milano è andata in scena un'altra udienza del procedimento a suo carico, che la vede imputata insieme ad Emilio Fede e Lele Mora per induzione e sfruttamento della prostituzione, anche minorile, in merito alle famose cene di Arcore.

Nicole Minetti a Colorado Cafè?

In aula è stata ascoltata la sorella di Chiara Danese, una delle testimoni-chiave del processo, che ha confermato il noto racconto sulla statuetta di Priapo e sulla lap-dance della Minetti durante l'unica serata presso la residenza del Cavaliere cui ha partecipato: "Quando mia sorella iniziava a raccontare di quella sera non smetteva mai di piangere, mi disse che era rimasta sconvolta da come le ragazze si comportavano con Berlusconi. Si strusciavano addosso a lui, si facevano toccare e per lei non era accettabile una cosa del genere. Quando partì l'inno del Pdl lei e Ambra non cantavano assieme alle altre e mi disse che Fede la spingeva ad alzare le mani e a cantare insieme alle altre 'meno male che Silvio c'è'". Il tutto in un contesto a metà tra il volgare e il grottesco: "Mia sorella mi disse che mentre Berlusconi raccontava una barzelletta sporca entrò un cameriere con un vassoio e sollevato il coperchio spuntò una statua che aveva un grande fallo e le ragazze mimarono dei rapporti orali".

Scene che turbarono profondamente Chiara Danese, tanto da indurla in terapia da uno psicologo per diversi mesi. La ragazza ha poi aggiunto che, secondo il racconto della sorella, la Minetti si sarebbe esibita in uno spogliarello davanti agli ospiti fino a rimanere completamente senza vestiti, per poi strusciare le sue parti intime addosso all'allora premier Berlusconi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017