Excite

Luca Barbareschi resta in Futuro e Libertà e spiega il suo voto

Parla ora il finiano Luca Barbareschi. Quando lo scorso giovedì l'aula della Camera ha votato la proposta della Giunta delle autorizzazioni di rinviare alla Procura di Milano gli atti relativi alla richiesta di perquisizione degli uffici della segreteria del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nell'ambito dell'inchiesta legata al caso Ruby, Barbareschi si è astenuto. A raccontare come sono andate le cose è stata la deputata Fli Angela Napoli.

Tutte le news sul 'caso Ruby'

Adesso è lo stesso Barbareschi a dire cosa è realmente accaduto. La visita ad Arcore, le voci su un suo possibile ritorno nel Popolo della Libertà, il suo voto alla Camera. Intervistato ad Agorà su Rai Tre, Barbareschi ha detto: 'Resto in Futuro e Libertà, non ne sono mai uscito. Questa settimana ho messo in atto la più grande e più bella provocazione mediatica: senza aver detto nulla, perché non esiste alcuna mia dichiarazione in cui dico che lascio Fli'.

Aggiungendo: 'Se la politica diventa gossip o spettacolo, la politica non esiste più. Era una grande provocazione non sono mai uscito dal Fli, l'unico momento di ambiguità me lo sono giocato giovedì col voto, astenendomi sull'autorizzazione a procedere per il caso Ruby. Io non vorrei mai appartenere nel centrodestra a un gruppo di moralisti che pensano di vincere politicamente con le censure morali. Non sono giustizialista, ma garantista e sono una voce libera. Anche per questo però sono offeso per quello che mi ha detto Fini, perché pagliaccio non me lo dice nessuno. E quindi vorrei le sue scuse'.

Solo una provocazione dunque? Un modo per lanciare il suo film, 'Il trasformista'? Al quotidiano Il Corriere della Sera Barbareschi ha detto: 'Questa storia che io starei tradendo Fli è una bufala mediatica. Volevo astenermi perché quel tanfo di moralismo che s'annusava nel Transatlantico mi dava il voltastomaco. Così ho inventato quel pasticcio. Mi sono astenuto e poi ho finto di essermi sbagliato. Diciamo che lanciavo il mio film, 'Il trasformista', in vista del suo passaggio televisivo, su Rai3'.

Parlando poi della sua visita ad Arcore, il deputato di Fli ha spiegato: 'Non ho bisogno di andare a mendicare lavoro da Berlusconi... Ad Arcore non ho chiesto niente, a Berlusconi. Abbiamo parlato da amici e di tutto. Dalle riforme da fare alla Rai...'. E a proposito di Futuro e Libertà ha detto. 'Fli deve stare nel centrodestra. E' nato per stare lì. Domenica, in Puglia, ho visto invece manifesti con cui Bocchino e Vendola ricordano insieme Tatarella. Non va bene. E non lo dico solo io, eh?... Lo dicono, purtroppo, i nostri sondaggi'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016