Excite

Lula annulla visita in Italia, rischio contestazioni per Batista

  • Foto:
  • ©LaPresse

Sarebbe dovuto arrivare a Roma a fine giugno l'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva. Ma dopo la decisione della Suprema Corte Federale brasiliana che ha negato l'estradizione in Italia dell'ex terrorista rosso Cesare Battisti, Lula ha annullato la sua visita temendo dure contestazioni.

Nel nostro Paese l'ex presidente brasiliano avrebbe dovuto partecipare a un seminario sull'agricoltura e spingere sulla candidatura del suo ex ministro per la Sicurezza alimentare, Josè Graziano, alla direzione generale della Fao.

La notizia dell'annullamento della visita è stata data dal quotidiano brasiliano Folha de Sao Paulo. Secondo quanto riportato dal quotidiano, in seguito alle polemiche italiane sul caso Battisti la presenza di Lula a Roma 'potrebbe diventare un ostacolo alla vittoria di Graziano nella successione al senegalese Jacques Diouf'.

Ricordiamo che l'asilo politico a Battisti è stato concesso nel gennaio 2009 dall'allora ministro della Giustizia Tarso Genro; la decisione è poi stata annullata qualche mese più tardi, nel novembre del 2009, dal Tribunale supremo che di fatto ha dato il via libera all'estradizione in Italia, dove l'ex terrorista deve scontare la pena per quattro omicidi commessi negli Settanta. Nell'ultimo giorno della sua presidenza, però, Lula ha respinto la decisione del Tribunale supremo.

Oggi l'ex terrorista rosso è senza asilo ed è in attesa di un visto speciale come scrittore che gli verrà concesso il prossimo 22 giugno.

Qualche ora prima che si diffondesse la notizia dell'annullamento della visita di Lula a Roma, il ministro degli Esteri Franco Frattini, intervenendo a Radiotre, aveva affermato che nel caso Battisti chi ha sbagliato è solo ed esclusivamente l'ex presidente del Brasile. 'Ha fatto un gravissimo errore' ha detto Frattini.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016