Excite

Lusi accusa Rutelli. Lettere sui soldi

  • Infophoto

Lo aveva promesso, una volta in carcere avrebbe detto tutto ai magistrati. Email, lettere, accuse verbali: Luigi Lusi ha parlato, presentando prove, nel corso dell'interrogatorio di sabato nel carcere di Rebibbia durato circa sette ore e mezzo di un appunto scritto di suo pugno da Francesco Rutelli e destinato al tesoriere in cui l'ex leader della Margherita faceva riferimento ai soldi dei rimborsi elettorali, circa un milione e mezzo di euro, di cui 600 mila da inviare alla sua corrente.

Lusi arrestato, il Senato dice Sì

Nella lettera consegnata da Lusi ai pm, ammesso che quella sia la scrittura, Rutelli parla di "quella storia dei 600mila euro" e spiega come la cifra vada ripartita tra associazioni. Lusi avrebbe risposto via mail qualche giorno dopo, facendo un prospetto della ripartizione delle spese, specificando accanto ad ogni finanziamento una sigla relativa all'esponente o movimento a cui destinare i soldi.

"Le indicazioni - ha sostenuto Lusi - arrivavano dal segretario con il quale avevo un confronto costante, anche se spesso riuscivamo a parlarci per non più di dieci minuti". E ancora ribadisce che "lui era perfettamente a conoscenza degli investimenti immobiliari, tanto da suggerirmi la creazione di una società estera.

Ci sarebbe, sempre secondo quanto sostiene Luis, un secondo appunto scritto al computer di Rutelli. Il leader rimprovererebbe Lusi di aver restituito al Parlamento europeo alcuni fondi destinati al Pd di Bruxelles di cui il senatore amministrava le finanze. Anche a questo il tesoriere avrebbe mandato una risposta di Lusi che in più di un passaggio avrebbe proposto di girare i finanziamenti a fondazioni, spiegando che da quando il partito non era più in piedi la gestione era totalmente affidata alle personalità dei diversi esponenti Dl.

"Luigi Lusi sa di poter diffamare e mentire: le sue palesi menzogne saranno comunque amplificate", è il duro commento di Francesco Rutelli: "Il suo percorso di uomo libero si è fermato. Ma quanto a lungo durerà il tormento delle sue vittime?". Quello di Lusi dunque secondo l'ex della Margherita è solo un bluff, un tentativo per risparmiarsi il prolungamento della detenzione preventiva e per screditare, portando con sè, quelli che erano i vertici del partito.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016