Excite

Maggie De Block, insulti al ministro diventano caso politico: "Un'obesa alla Salute? Perchè no"

  • Getty Images

Il malcostume di colpire un avversario basandosi sull’aspetto fisico o in particolare su un difetto più o meno vistoso non è prerogativa della politica italiana, come dimostrano casi recenti e non di offese personali in pubblico a personaggi in vista di questo o quel partito in giro per il mondo.

Scandalo giudiziario per Nicolas Sarkozy, su Twitter insulti all'ex premier francese

Quanto accaduto poche ore fa in uno dei Paesi a maggiore tasso di civiltà del Vecchio Continente, lungi dall’essere un episodio isolato, conferma a pieno il grado di imbarbarimento del dibattito politico in tutta Europa, altra faccia della medaglia della rinascita dei populismi in Occidente.

Protagonista suo malgrado della vicenda, il ministro della Salute del governo di Bruxelles, oggetto di un duro attacco da parte di un giornalista della televisione pubblica nazionale del Belgio "Vrt" Tom Van de Weghe.

Lasciandosi andare ad una pesantissima caduta di stile con un tweet di pessimo gusto che sarebbe riduttivo definire “politicamente scorretto”, considerati il contenuto e la forma del messaggio, il cronista televisivo ha apostrofato obesa la rappresentante dell’esecutivo belga, ritenendo non credibile la persona in questione per l’importante incarico istituzionale ricoperto.

(De Block, contestazioni al ministro per le politiche sull’immigrazione: torta in faccia, il video)

“Queste osservazioni sono sciocchezze si è difesa Maggie De Block, convinta di poter soprassedere rispetto alle deliranti argomentazioni a sfondo razzista (in senso lato) del suo detrattore forte della certezza di “essere stata sempre giudicata in Parlamento dai colleghi per la competenza nei dossier” anziché in virtù “dell’aspetto fisico.

Senza voler citare direttamente fatti abbastanza noti della politica "romana", le somiglianze tra le parole di Van de Weghe e gli strali di personaggi in vista delle istituzioni italiane del recente passato e anche del presente sono sotto gli occhi di tutti e devono far riflettere.

In mancanza di contenuti e di distinzioni ideali, la vita pubblica anche nei Paesi democratici tradizionalmente più avanzati rischia di degradare fino al confine dell’inciviltà: a quando il prossimo caso De Block?

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017