Excite

Manovra economica, Silvio Berlusconi: 'Un pasticcio'

  • LaPresse

A quanto pare il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ritiene che la manovra economica sia un 'pasticcio' sul quale non vuole 'mettere la faccia'. I conti non tornano e lui non ne vuole più sapere. A risolvere questo caos, ora, devono essere il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli e il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi.

Tutte le notizie sulla manovra economica

Il premier appoggia quanto deciso lunedì nel corso del vertice di Arcore, eccezion fatta per il provvedimento sulle pensioni che prevede 40 anni di lavoro effettivo, al netto del riscatto della laurea e del servizio militare (leggi la notizia). Solo martedì, infatti, si è scoperto che, a dispetto di quanto sostenuto il giorno prima dal ministro Sacconi, sarebbero 600mila, e non 3-4mila, coloro che hanno riscattato laurea e militare e che tutti i sindacati, non solo alcuni, sono contro la norma.

La necessità, dunque, di rivedere il provvedimento sulle pensioni ha fatto emergere un 'buco' di 7-8 miliardi di euro. Come coprirlo? Potrebbe tornare in auge l'ipotesi di innalzare di un punto l'Iva, intervento fortemente ostacolato da Tremonti, ma tutto è ancora da vedere. Quel che sembra certo è che il presidente del Consiglio è infastidito. Se i conti non tornano ora tocca a Tremonti e agli altri ministri trovare una soluzione.

In queste ore la maggioranza sta cercando di mettere un po' di ordine e risolvere questo grande caos. E a quanto pare è stata presa in considerazione una proposta avanzata nelle ultime 36 ore dal ministro Calderoli, ossia un inasprimento delle norme antievasione, con un aggravio di pena per i reati fiscali gravi, fino al carcere. Il tempo stringe. Bruxelles ci tiene gli occhi puntati addosso. Oggi la Commissione europea ha chiesto all'Italia di inserire nella versione definitiva della manovra economica più misure strutturali per la crescita e di mantenere invariato l'obiettivo di anticipare al 2013 il pareggio di bilancio. Il portavoce del commissario Olli Rehn ha affermato: 'Seguiamo con attenzione il dibattito in corso'.

E sempre oggi, in un colloquio con il direttore de Il Tempo Mario Sechi, Berlusconi ha detto: 'Tengo io in mano con precisione la situazione, insieme a Giulio Tremonti che sta collaborando in maniera piena e non posso che esserne felice'. Il premier ha poi spiegato che l'aumento dell'Iva verrà preso in considerazione solo come ultima istanza e che la lotta all'evasione ci sarà, ma senza instaurare uno 'stato di polizia tributaria'.

Nel frattempo la commissione Bilancio al Senato è nuovamente a lavoro sulla manovra ed entro le 15 dovrebbero arrivare gli emendamenti della maggioranza. Dopo il ripensamento sulle pensioni, il governo ha annunciato che nella manovra sarà inserita la riorganizzazione degli uffici giudiziari.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016