Excite

Maradona, Fassina, Brunetta e il gesto dell'ombrello che scatena un temporale. L'avvocato Pisani: lesi diritti umani

  • Youtube

di Simone Rausi

Cosa c’entrano insieme l’ex campione argentino Diego Armando Maradona e il vice Ministro dell’Economia Stefano Fassina? Se ci fosse anche un cinese e fossimo su un aereo si potrebbe parlare di barzelletta e invece qui c’è solo un bel gesto dell’ombrello e tanta, ma tanta, polemica. Succede che a “Che Tempo Che Fa” Diego Armando Maradona parla dei suoi guai col fisco. “Non sono mai stato un evasore” dice a Fazio. Poi continua: “Tanti sponsor volevano saldare il mio debito col fisco per farsi pubblicità ma io non sono un evasore. E loro mi tolgono gli orecchini e l’orologio” e poi mima un bel vaffa con il suo braccio e la sua mano. Il gesto passa quasi inosservato tra qualche risatina del pubblico di Raitre (che a dire il vero è abituato a un umorismo un po’ più inglese) ma non sfugge agli occhi attenti di Fassina che, per un gesto dell’ombrello ricambia con uno del dito (non il medio, ma l’indice. Quello puntato a Maradona).

Maradona a “Che Tempo Che Fa”: Salvini polemico: “La Rai licenzi Fazio”

E' un gesto da miserabile e credo che vada perseguito con grande determinazione" dice Fassina ai microfoni di Radio24. “Funzionari di Equitalia hanno notificato a Maradona un avviso di mora da oltre 39 milioni di euro. Stiamo parlando di quasi 40 milioni di euro e Maradona farebbe bene a imparare a rispettare le leggi". Diego Armando non se la fa passare e si lascia andare a un botta e risposta degno della miglior puntata di Uomini e Donne: “Il mio gesto non voleva essere offensivo ma solo satirico, in risposta all'ennesimo agguato tentato venerdì sera davanti a mia figlia, senza che mi fosse mostrata neanche l'autorizzazione del giudice. Il signor Fassina non faccia come Equitalia, che si fa pubblicità con i comunicati stampa, usando il nome di Maradona. Non ho paura delle sue minacce e non mi sento un miserabile". Ma la polemica si allarga a macchia d’olio e assume proporzioni spaventose coinvolgendo altre teste pensanti.

C’è il legale di Maradona, l’avvocato Pisani, che minaccia di portare la vicenda addirittura davanti la Corte Europea per i Diritti dell’Uomo e questo perché “In Italia Diego viene usato come capro espiatorio nella lotta all'evasione fiscale". Poi c’è anche Linda Lanzillotta, vicepresidente del Senato che si lancia in una critica feroce nei confronti della tv di Stato: “Maradona dribbla le tasse e la Rai si presta al gioco per lo share: ora si intervenga". Ma su tutti, lì in fondo, c’è lui. Ancora lui: Renato Brunetta. Il capogruppo del Pdl alla Camera, ancora fresco di polemica per le battute al vetriolo sui compensi di Fazio, scambiate in quello stesso salotto la settimana precedente, non molla la presa con il conduttore di Raitre e, anzi, rincara la dose. "Ho depositato un' interrogazione alla commissione di Vigilanza Rai, sull'episodio indecente accaduto ieri sera a 'Che tempo che fa', con Maradona impegnato nel gesto dell'ombrello, ed elevato così a testimonial dell'evasione fiscale. Più grave ancora è il comportamento di Fazio". Un vespaio allucinante che, ne sono certo, Maradona non poteva certo prevedere. In fondo, lui era quello famoso per i gesti col piede e invece guarda che ti combina con un braccio…

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017