Excite

Marcello Dell'Utri condannato in Cassazione: 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

  • Getty Images

Nessuna sorpresa dalla sentenza della Cassazione nei confronti dell’ex senatore del Popolo della Libertà Marcello Dell’Utri, condannato in via definitiva ad una pena di 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

Marcello Dell'Utri arrestato in Libano: latitanza finita a Beirut in un albergo di lusso, pronta l'estradizione

Per il cofondatore di Forza Italia, per anni braccio destro di Silvio Berlusconi in campo prima aziendale e poi politico, l’esito del processo svolto a Palermo era evidentemente quasi scontato, come sembra dimostrare indirettamente il trasferimento all’estero nell’imminenza della pronuncia della Suprema Corte.

Resta da vedere, da oggi in poi, quali saranno i tempi e i modi del rientro in Italia di Dell’Utri, al momento bloccato a Beirut dalle autorità libanesi in attesa dell’avvio della richiesta procedura di estradizione nel suo Paese. Pesante l’imputazione a carico dello storico manager della Fininvest, definito a chiare lettere dal procuratore generale Aurelio Galasso garante del patto tra Silvio Berlusconi e Cosa Nostra per ben 18 anni, precisamente dal 1974 al 1992 e quindi responsabile di un reato permanente nel periodo finito sotto la lente dei giudici.

Rammarico per la sentenza è stato espresso dall’avvocato difensore Giuseppe Di Peri, intenzionato a ricorrere in ultima istanza alla Corte Europea di Strasburgo per chiedere una verifica della regolarità del processo ed accertare se i diversi gradi di giudizio siano stati incanalati “nei giusti binari”.

L’altro legale di parte, Massimo Krogh, incaricato della difesa dell’assistito di fronte alla Cassazione, aveva soltanto 2 giorni fa provato a gettare acqua sul fuoco in merito alla fuga in Libano del suo assistito, “giustificato” dalla circostanza di aver dovuto fare i conti con l’atto finale di una vicenda giudiziaria durata 20 anni e indotto a “perdere la testa, commettendo una stupidaggine dalla paura di una condanna evidentemente ritenuta assai probabile.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017