Excite

Marco Travaglio, lite in diretta ad Announo con una ragazza del pubblico: "Non dire cretinate..." (VIDEO)

  • Youtube

La formula sperimentale di Announo, non a caso accostata da non pochi esperti di comunicazione al modello di Amici di Maria De Filippi, contempla spesso e volentieri il confronto diretto tra ospiti e opinionisti da un lato, pubblico in studio dall’altro.

Announo, Giulia Innocenzi debutta con l'ombra della De Filippi: Matteo Renzi e i giovani non bastano

Nell’agorà della Innocenzi, ieri sera, si è parlato degli ultimi scandali giudiziari che hanno messo a soqquadro la classe dirigente di Pd e Forza Italia in Veneto, ma il discorso inevitabilmente si è esteso al “fenomeno” Beppe Grillo, complice l’editoriale di Marco Travaglio sul ruolo del Movimento 5 Stelle come sentinella della legalità nel Paese di Tangentopoli e della irrisolta questione morale.

E’ toccato a una ragazza, di nome Elisa, seduta sugli scranni degli invitati al talk show “patrocinato” da Michele Santoro, duellare aspramente col vicedirettore del Fatto Quotidiano, periodicamente additato come sostenitore fervente del M5S nonostante le stilettate rivolte a Casaleggio ed altri in questi mesi ed in particolare negli ultimi giorni.

(Battibecco in diretta tra Marco Travaglio e una ragazza del pubblico di Announo)

L’affondo della combattiva ospite del programma del giovedì sera de La7, incentrato sulla feroce critica nei confronti dei “grillini” e dei loro sostenitori diretti o indiretti, non poteva lasciare impassibile Travaglio, chiamato in causa esplicitamente in quanto manettaro e antigovernativo per vocazione.

“Se vince Grillo io cambio paese” ha esordito Elisa al microfono di Giulia Innocenzi rivolgendosi all’editorialista di Servizio Pubblico, “ma Lei dovrebbe cambiare mestiere perché non avrebbe più chi criticare”. Come se non bastasse, la ragazza del pubblico di Announo ha accusato il numero due del Fatto di essere un disfattista e di aver “costruito una carriera andando contro a chiunque governasse, vivendo solo di critiche.

Pomo della discordia, la questione giustizia e la fiducia o meno nell’azione politica del premier in carica Matteo Renzi: “Lo sa che deve fare un giornalista?” ha chiesto polemicamente all’interlocutrice Travaglio nel replicare alle bacchettate subite qualche secondo prima, per poi lanciare la stoccata finale con la frase al vetriolo “non dire scemenze, non dire cretinate, poi se vuoi ti spiego io cos’è la presunzione d’innocenza…magari capisci il labiale!”.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017