Excite

Marea nera, fallita l'ultima operazione per fermare la fuoriuscita di petrolio

'La peggiore catastrofe ecologica che gli Stati Uniti abbiano mai affrontato'. Così Carol Browner, consigliere del presidente degli Stati Uniti Barack Obama per le questioni ambientali, ha definito la marea nera che ha invaso il Golfo del Messico.

Alcune immagini di Barack Obama mentre visita le spiagge colpite dalla marea nera

E' fallita anche l'operazione 'Top kill', volta a fermare la fuoriuscita di petrolio. La compagnia petrolifera British Petroleum ha quindi annunciato che farà un altro e diverso tentativo. La Bp è pronta a dare il via all'operazione chiamata 'Lower marine riser package' (Lmrp), per la quale occorreranno diversi giorni.

New York, la protesta del petrolio

Secondo quanto spiegato dal capo delle operazioni di Bp, Doug Suttles, la compagnia petrolifera intende ora tagliare il tubo danneggiato all'altezza della supervalvola e di incappucciarla, poi l'obiettivo è collegare questo cappuccio a un nuovo tubo e attraverso questo tubo aspirare il grosso del petrolio e del gas fino alla nave di appoggio in superficie. Tale manovra, però, non è mai stata tentata a 1.500 metri di profondità.

Riguardo all'operazione il primo ad essere dubbioso è lo stesso Obama e nel corso di una conferenza stampa a Robert, in Louisiana, la contrammiraglio della Guardia Costiera Mary Landry ha detto: 'Siamo molto delusi da questo annuncio'. Il governo federale ha comunque dato il via libera alla Bp.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016