Excite

Mario Monti candidato alle elezioni 2013? "Non vanifichiamo gli sforzi fatti"

  • Getty Images

La crisi di governo è aperta e la prima risposta, la più temuta, oggi è arrivata dai mercati: lo spread è immediatamente schizzato a quota 350 e per la Borsa si annuncia una giornata tutto meno che tranquilla. Le (annunciate) dimissioni di Mario Monti, insomma, hanno rimesso in discussione la posizione dell'Italia nel mondo e soprattutto in Europa, dove il professore era ed è tuttora 'la' garanzia di credibilità del Belpaese. Un ritorno di Silvio Berlusconi è visto come "una minaccia" (parole di Martin Schulz, presidente del Parlamento Europeo), mentre sul Pd e Pierluigi Bersani a livello internazionale il giudizio è sospeso. Ecco perché, allora, in molti ipotizzano e/o sostengono una candidatura di Monti stesso alle prossime elezioni.

Luciana Littizzetto vs Berlusconi a Che tempo che fa: "Ha proprio rotto il c..."

Fin dai primissimi istanti dopo l'annuncio della fine del governo tecnico - collocata dopo l'auspicata approvazione della legge di stabilità e di bilancio, pena "l'aggravarsi della crisi con l'esercizio provvisorio" - addetti ai lavori e non solo hanno infatti iniziato a metter sul piatto un'ipotesi che pur nella diversità di forme, nella sostanza è la stessa: il professore ha lasciato per non diventare ostaggio dei partiti e avere le "mani libere" per fare il proprio gioco. Come ha ben sintetizzato Gianfranco Fini, Monti "ha fatto un bel gol in contropiede a Berlusconi". L'ipotesi più accreditata, dunque, è che dopo il coup de théâtre, il premier (a breve ex) ritorni in campo in una posizione di forza, della serie: dopo di me, il diluvio.

Monti annuncia le dimissioni: "Impossibile andare avanti"

Fantapolitica? Il diretto interessato, almeno per il momento, non conferma ma neppure smentisce una sua ipotetica candidatura alle prossime elezioni. In un'intervista al direttore di Repubblica, Ezio Mauro, il professore ha detto: "Sono convinto di aver fatto la cosa giusta e in ogni caso non potevo farne a meno, dopo quel che è successo. Ma sono preoccupato, naturalmente: non per me, ma per quel che vedo" e a proposito di un suo futuro in politica si è limitato a un laconico "non lo so". In privato, invece, come riporta Il Corriere della Sera, Monti è sembrato più possibilista: il premier avrebbe detto di stare valutando l'ipotesi di una discesa in campo "per non dilapidare il tesoro" accantonato in un anno di governo tecnico e per non danneggiare "i cittadini che in tutti questi mesi hanno fatto sacrifici", credendo nella necessità (se non nella bontà) dei provvedimenti della legislatura provvisoria, e che ora, giustamente, vogliono "incassare i dividendi".

Fini: "Berlusconi ha già perso. Monti candidato premier? Magari"

Sui modi e soprattutto sui partiti e sulle alleanze pronti a sostenerlo però nulla si può dire. Qualche giorno fa alcuni esponenti del Pdl hanno avanzato l'idea di candidare Monti come anti- Berlusconi: è seguito un sondaggio su Libero che ha bocciato l'ipotesi con il 75% di no contro il 25% di sì. Dunque, da quella parte, almeno in teoria, per il professore le porte sono chiuse. Al di qua del muro, invece, è improbabile che il Pd dopo aver messo in campo la macchina della primarie e aver scelto il suo candidato premier, possa accettare un cambio in corsa: sia a livello di testa (Bersani) che di base (elettori). Senza contare che Nichi Vendola, ormai chiaro e prezioso alleato del segretario, non ha mai nascosto di essere 'contro' il professore.

Resta dunque solo una terza via: una lista Monti. Fonti vicine al premier, ma rigorosamente anonime, avrebbero infatti lasciato trapelare che il professore starebbe valutando di muoversi autonomamente: "Quella riflessione non è ancora terminata. Ma su questo non diciamo niente, vedremo nei prossimi giorni...", è stato il commento. E a quel punto tutto potrebbe accadere: non schierati (o schierati in modo non esplicito) ci sono infatti i finiani, l'UDC di Casini, una parte di Pdl scontento della decisione di Berlusconi e forse, chissà, anche qualche frangia del Pd... Insomma, se Mario Monti si candidasse, l'esito sarebbe meno scontato di quanto di può credere.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017