Excite

Mario Monti lancia la terza fase: "Dobbiamo voltare pagina"

  • Getty Images

Mario Monti è pronto ad aprire le ultime due settimane di campagna elettorale inaugurando la sua personalissima terza fase. Il premier si è confrontato, spesso duramente, con i suoi avversari, ma ora ha deciso di dare una svolta. Dopo essersi presentato con un cagnolino in televisione ha deciso di differenziarsi e puntare su un bonus che i suoi avversari non possono permettersi.

Mario Monti non ha partecipato agli ultimi vent’anni di politica in Italia. Oggi pomeriggio a Milano presenterà quella che è l’Italia che lui vorrebbe disegnare per il futuro e può farlo senza la zavorra degli errori commessi dai precedenti governi. Lo ha affermato spesso. Mario Monti è convinto che l’Italia abbia ancora grandi potenzialità, però bisogna voltare radicalmente pagina.

Guarda il video dell'intervista di Mario Monti con Daria Bignardi

Monti, però, non terrà un discorso di stampo berlusconiano con promesse e paroloni. Il suo obiettivo è quello di disegnare linee guida e speranze per il futuro. La parola d’ordine è differenziarsi.

Gli scenari nei quali si muove Mario Monti sono essenzialmente due. Quello delle alleanze che è piuttosto incerto perché con Nichi Vendola non ci sono punti di contatto. Il governatore della Puglia è l’alleato di ferro di Bersani e del Pd, questo ostacolo si sta rivelando più forte del previsto. In Lombardia intanto si fanno le prime prove tecniche di voto disgiunto e di alleanze. I montiani si impegnano a votare per Umberto Ambrosoli candidato del Pd.

Ufficialmente Monti ha negato qualsiasi possibilità in tal senso, ma praticamente sul territorio i suoi uomini si stanno muovendo per far votare il candidato del centro sinistra. Il premier ha anche un piano B che punta molto su una certa parte del Pdl che in campagna elettorale si è schierata con Berlusconi ed Alfano, ma che una volta in Parlamento potrebbero sostenere Monti nuovo leader del centro destra.

Una coalizione formata da Gianfranco Fini, Pierferdinando Casini, vecchi centristi e fuoriusciti del Pdl di area cattolica e moderata. Sarà anche differenziazione e terza fase ma questo scenario somiglia dannatamente alle fotografie della prima e della seconda repubblica. Un contrasto che potrebbe trovare una soluzione dopo il discorso di oggi pomeriggio.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017