Excite

Marò, India boccia richieste della difesa: niente Natale a casa per Girone, Latorre in India dopo l’ictus

  • Twitter @SouadSbai

Nessuna concessione da parte della Corte Suprema di Nuova Delhi alle richieste dei legali di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i marò accusati dell’omicidio di due pescatori scambiati per pirati nelle acque indiane a largo della costa di Kerala.

Latorre e Girone in India, la politica italiana si divide sui rapporti con Nuova Delhi

Nei confronti dei militari italiani rimangono in campo tutti i capi di imputazione preesistenti, ma la decisione appena formalizzata dalla massima autorità giudiziaria dell’India riguardava in questo caso l’attenuazione del regime detentivo ed in particolare il permesso per restare in Italia in occasione delle festività natalizie.

Da definire ancora la competenza nelle indagini sul controverso caso che da ormai 33 mesi ha dato vita ad una serrata contesa diplomatica tra l’India e lo stato italiano, anche se in favore dei fucilieri della Marina Militare arrestati il 15 febbraio del 2012 qualche passo in avanti è stato registrato con l’esclusione della normativa antiterrorismo dal futuro processo.

(La difesa dei due Marò in videoconferenza: “Obbedito a ordini, accuse ingiuste”)

Massimiliano Latorre aveva chiesto un nulla osta di altri quattro mesi per completare la convalescenza in Italia, oltre a quelli (in scadenza il prossimo 13 gennaio) già ottenuti dopo l’ictus che lo aveva colto a settembre e il conseguente ricovero in una struttura ospedaliera della Puglia, mentre Salvatore Girone tramite il proprio avvocato si era limitato a formalizzare l’istanza per la concessione di un trimestre di vacanza in compagna dei familiari.

In entrambi i casi la Corte Suprema indiana ha negato il consenso alle richieste dei rappresentanti dei due marò, opponendosi in via preventiva all’esame degli atti inoltrati dai difensori legali.

Non ci sarà pertanto, nonostante l’alacre lavoro dei legali di parte e della diplomazia di Roma, l’attenuazione del regime di libertà vigilata imposto a Girone, né la proroga del permesso per la permanenza sul suolo italiano di Latorre.

Gli sviluppi dell’iter giudiziario, tormentato sin dai primissimi passi seguenti alla formalizzazione delle accuse in seguito all'arresto in India, rimangono comunque tutt’altro che scontati.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017