Maroni: "Pacchetto sicurezza entro luglio"

Aggiornamento ore 18.40 - Il reato di immigrazione clandestina sarà introdotto per disegno di legge e prevederà una pena da sei mesi a quattro anni di carcere. È quanto prevede l'ultima bozza di ddl del pacchetto sicurezza (composto da un decreto, un ddl e tre decreti legislativi) all'esame del pre-consiglio dei ministri.

Le misure del pacchetto sicurezza che verranno inserite in un disegno di legge saranno approvate entro la fine di luglio. Lo assicura il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, durante la registrazione di "Porta a porta", in onda lunedì sera.

"Ho presentato un pacchetto con trenta capitoli, secondo me tutti hanno i requisiti di necessità e urgenza, deciderà Berlusconi quali verranno messi in decreto legge e quali in disegni di legge. Ma i disegni di legge avranno una corsia preferenziale, quindi conto che tutto entri in vigore entro luglio", ha spiegato il ministro dell'Interno.

Maroni si è soffermato nel corso del programma condotto da Bruno Vespa su molti temi del pacchetto sicurezza. Espulsioni per i cittadini comunitari che hanno commesso reati e per quanti sono senza reddito. Per gli extracomunitari è prevista una stretta sugli asili e sui ricongiungimenti. La clandestinità diventerà un'aggravante che aumenterà la pena di un terzo. Tutti i campi rom abusivi verranno smantellati per creare a detta del ministro "strutture sicure con alloggi degni di tale nome". Ecco cosa prevede il pacchetto sicurezza che sarà approvato al primo Consiglio dei ministri domani a Napoli e che entrerà in vigore, come dicevamo, entro luglio.

Il ministro dell'Interno ha ripetuto poi di essere favorevole all'introduzione del reato di immigrazione clandestina, che però non è al momento presente nella bozza di decreto legge, e di voler insistere affinché venga inserito in un decreto legge: "In paesi civilissimi come la Francia e la Germania il reato di immigrazione clandestina esiste già - ha affermato - Consente il giudizio immediato e l'espulsione dopo la sentenza di condanna. Bisogna dare un segnale forte per indurre a non venire in Italia chi vuole venirci per delinquere".

Contrario al reato di immigrazione clandestina si è detto invece il capo dell'opposizione di centrosinistra Walter Veltroni, che in una dichiarazione diffusa in serata ha affermato che l'istituzione di questo tipo di reato sarebbe "una misura inutile e persino dannosa".

Maroni ha espresso apprezzamento per le norme già contenute nel pacchetto sicurezza del suo predecessore, Giuliano Amato, che però non fu varato per una serie di polemiche interne al centrosinistra - e ha detto che intende incontrare il ministro ombra del Pd, Marco Minniti per discutere delle misure da intraprendere.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014