Excite

Matrimonio gay: Italia condannata dalla Corte per i Diritti Umani di Bruxelles

  • Getty Images

Il governo italiano non si potrà più nascondere dietro votazioni ed emendamenti. La Corte Europea dei Diritti Umani ha imposto all'Italia il riconoscimento delle coppie gay. I giudici di Strasburgo hanno evidenziato la violazione dei diritti di tre coppie omosessuali che avevano fatto ricorso alla Corte Europea per vedere riconosciuto il loro diritto ad essere una coppia a tutti gli effetti con tanto di matrimonio.

Questa condanna arriva a valle di una serie di determinazioni del Parlamento Europeo, l'ultima risale al mese di giugno del 2015, in materia dei diritti delle coppie gay. Quali le conseguenze? L'Italia dovrà adeguare il proprio sistema di leggi ed includere la possibilità, per i gay, di contrarre matrimonio civile sul territorio italiano e riconoscere come validi i matrimoni gay contratti, all'estero, da cittadini italiani.

Leggi la news sulla legalizzazione della cannabis

La palla passa al Governo di Matteo Renzi che dovrà presentare al Parlamento una legge coerente con le richieste della Comunità Europea e successivamente verificare l'accoglimento, da parte di Senato e Camera dei Deputati, della legge proposta. Nel caso di un voto contrario del Parlamento la Comunità Europea potrebbe prevedere una serie di sanzioni a carico del nostro paese.

Il tweet del Sottosegretario alle riforme costituzionali e ai rapporti con il Parlamento Ivan Scalfarotto

Guarda le interviste agli italiani sul matrimonio gay

C'è da aggiungere che, nonostante le normali ritrosie del mondo cattolico, non avere una legge che permetta le unioni gay rende l'Italia un paese anacronistico nel campo dei diritti civili alla stregua di alcuni paesi dove vige il fondamentalismo islamico.

Leggi la news sulla legge americana che riconosce i matrimoni gay

Uno stato, che per definizione è laico, non riceve altro che benefici dall'istituzione del matrimonio gay sia dal punto di vista della parità di diritti dei cittadini sia dal punto di vista meramente fiscale con un aumento dei tributi versati da quelle che a tutti gli effetti sono nuove coppie di coniugi. I tempi tecnici, prevedendo anche le naturali opposizioni dei partiti che si sono sempre schierati contro questa possibilità, non dovrebbero essere troppo lunghi.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017