Excite

Matteo Renzi a Lampedusa incontra immigrati e il sindaco Giusi Nicolini: "La mia storia inizia da qui"

  • Twitter @Renzi2punto0

di Claudia Gagliardi

Nel giorno in cui alla Camera il ministo dell'Interno Angelino Alfano riferisce sul trattamento indegno riservato ai migranti a Lampedusa denunciato da un'inchiesta del Tg2, Matteo Renzi si reca sull'isola da neosegretario del Pd per riproporre al sindaco Giusy Nicolini di entrare a far parte della direzione nazionale del partito. Ma soprattutto per dimostrare come l'immigrazione sia un tema al centro del nuovo corso del Pd.

Lampedusa, video shock del Tg2: immigrati denudati in strada per la disinfestazione contro la scabbia

"Sono venuto a Lampedusa per chiedere a Giusi Nicolini di fare parte del direttivo nazionale del Pd. Comincio la mia storia di segretario da quest'isola perché qui comincia l'Italia. E Lampedusa è un posto dove i valori della fratellanza e dell'accoglienza sono molti forti" ha detto il sindaco di Firenze incontrando i cittadini nell'aula consiliare del municipio. Insieme a lui anche il responsabile Immigrazione della segreteria nazionale del Pd, Davide Faraone.

Matteo Renzi si è recato con il primo cittadino nel centro di accoglienza, schivando le domande dei cronisti e dicendo di essere arrivato sull'isola "come semplice cittadino". Il segretario del Pd ha voluto visitare di persona il centro travolto dalla polemiche dopo il video choc trasmesso dal Tg2 sul trattamento anti-scabbia cui sono stati sottoposti alcuni migranti costretti a denudarsi in strada e investiti da una scarica d'acqua. Pratiche incivili che potrebbero costarci severe ripercussioni da parte dell'Unione Europea, la stessa che l'Italia invoca in continuazione quando le nostre coste sono raggiunte da immigrati clandestini o in caso di tragedie del mare come quelle accadute lo scorso ottobre.

Matteo Renzi aveva già proposto a Giusi Nicolini di entrare nella direzione nazionale del partito, ricevendo un rifiuto. Ha rifatto la stessa proposta recandosi di persona sull'isola: "Giusi mi ha già detto no una prima volta ma credo sia importante che cambi idea. Il mio percorso - ha aggiunto - inizierà da Lampedusa e voglio il vostro sindaco nella mia squadra. Quello che esprimono Giusi Nicolini e la popolazione delle Pelagie quando si tratta di valori umani legati alla fratellanza e alla accoglienza non è facile trovarlo in nessun altro luogo d'Italia". Renzi si è anche confrontato con gli abitanti di Lampedusa, ha ascoltato le loro denunce, discusso dei problemi legati all’emergenza immigrazione e alle altre difficoltà che vive l'isola.

Intanto nella stessa giornata è scoppiata una protesta clamorosa al Centro di accoglienza immigrati di Ponte Galeria a Roma: quattro ospiti della struttura, tutti di origine magrebina, si sono cuciti la bocca con una sorta di ago ricavato dalla graffetta di un accendino. Un gesto per protestare contro il protrarsi della permanenza nel centro: i quattro africani sono stati immediatamente soccorsi dagli agenti e assistiti da un medico.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017