Excite

Matteo Salvini, Lega Nord e Casapound in corteo a Roma. In piazza anche i centri sociali: la diretta

  • Twitter @matteosalvinimi

Rischi di scontri in piazza e tensione tra le opposte fazioni hanno reso incandescente il clima a Roma alla vigilia della doppia manifestazione con protagonisti Lega Nord e Casa Pound da un lato, centri sociali e sinistra radicale dall’altro.

Roma, due cortei concomitanti: centri sociali contro Lega, guerriglia in strada

La consacrazione del Carroccio come movimento di carattere nazionale, non più confinato nelle regioni settentrionali ma con mire estese al di sotto della “linea del Po storicamente d’interesse politico per Umberto Bossi e i suoi eredi.

Matteo Salvini ha scommesso proprio sull’iniziativa simbolica nel cuore della Capitale per rafforzare una leadership in costruzione lanciando un segnale forte sia al capo del governo (oggetto della protesta di oggi) che al centrodestra ancora formalmente guidato dal fondatore di Forza Italia Silvio Berlusconi.

Un’onda verde di militanti padani sbarcati in grande stile sul suolo di quella che fino a pochi anni fa veniva definita Roma ladrona sta sfilando per le strade della metropoli capitolina urlando slogan anti-Renzi, no-euro ma soprattutto contro l’immigrazione clandestina, uniti dall’opposizione all'esecutivo in carica e dalla paura di una “invasione” di stranieri in Italia.

(Roma, corteo Lega e Casapound contro il governo: la diretta di Servizio Pubblico)

Misure di sicurezza straordinarie disposte dal ministero dell’Interno hanno isolato il controcorteo dei centri sociali, proteggendo la sede di Casapound da eventuali attacchi degli attivisti di sinistra e tenendo a distanza i manifestanti delle due parti dichiaratamente in conflitto.

Il campanello d’allarme dal punto di vista dell’ordine pubblico è diventato più forte dopo l’occupazione simbolica di una chiesa da parte dei militanti romani di organizzazioni antifasciste, intenzionati a bloccare con aperte contestazioni le sortite di Matteo Salvini nella Capitale.

Questione fiscale, famiglia e lavoro gli altri temi di fondo al corteo della Lega Nord a Roma, con in testa diversi dirigenti nazionali e parlamentari del Carroccio e comizio finale a Piazza del Popolo, mentre slogan radicali come “autarchia” e “rivoluzione” hanno contraddistinto la sfilata di giovani di estrema destra aderenti a Casapound Italia.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017