Excite

Maturità, Gelmini: "E' necessario chiedere scusa agli studenti"

Il ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca, Mariastella Gelmini, ha chiesto scusa a tutti gli studenti impegnati quest'anno negli esami di maturità per gli errori riscontrati nelle tracce delle prove scritte. Quanto accaduto è stato definito dal ministro "inaccettabile".

Errori, dunque, non solo nella traccia riguardante la poesia del premio Nobel Eugenio Montale, ma anche in un testo in lingua inglese proposto al tecnico turistico. Bagarre anche sulla versione di greco che, secondo il sito "Parma.ok", sarebbe stata inviata dal ministero senza una piccola parte importante per la traduzione completa del testo. A tal proposito è stato ascoltato il grecista Luciano Canfora che ha però detto: "Non è una cosa proprio bella, ma nemmeno così disdicevole: è usuale nella scuola far tagli per abbreviare i testi da far tradurre agli studenti. L'importante è che il taglio non alteri il senso o renda difficile capirlo per riuscire a tradurlo correttamente. Ma non mi pare questo il caso". Da Parma la preside Gabriella Manelli del liceo Romagnosi ha affermato: "Qualche studente è subito andato dai commissari per dire che qualcosa non lo convinceva in quel testo abbiamo verificato e ci siamo accorti che nella versione mancava una parola, una piccola assenza, ma che modificava il senso della traduzione. A quel punto non abbiamo fatto altro che aggiungere il testo mancante e la prova si è svolta regolarmente senza problemi".

Per correre ai ripari e non rischiari altri clamorosi errori, il ministro Gelmini ha cambiato i vertici del team di esperti scegli-tracce. Il Codacons, intanto, ha chiesto al ministro di emanare una direttiva che assegni il voto massimo a tutti gli studenti che hanno svolto il tema su Montale nel corso della prima prova scritta.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016