Excite

Maurizia Paradiso: "Trans, la Lega mi caccia"

Maurizia Paradiso attacca la Lega, accusando il partito di Bossi di discriminazione: "Non mi hanno rinnovato la tessera perché sono una trans, è una vera e propria espulsione".

> Guarda le foto di Maurizia Paradiso

La Paradiso racconta la sua storia ai microfoni di Klaus Davi: "Mi sono iscritta alla Lega Lombarda due anni fa, pagai la tessera ben cinquanta euro. Al momento del rinnovo della tessera parlai due volte con il capogruppo del Carroccio al Consiglio comunale di Milano, Matteo Salvini, anche per dargli la mia adesione alla causa della Malpensa. Lo chiamai per manifestare il mio appoggio ma lui non si è mai degnato di rispondere alle mie telefonate. La tessera da militante mi è stata negata. Sono stata di fatto discriminata, mi hanno fatto capire che non ero gradita".

La Lega non ci sta, e replica per bocca dello stesso Salvini: "È una notizia inesistente, Maurizia Paradiso è iscritta regolarmente alla Lega, che non discrimina a seconda delle scelte sessuali o della provenienza geografica. Tant'è che a Milano sono iscritti alla Lega 80 immigrati, e la settimana scorsa ha preso la tessera anche Sylvie Lubamba. Noi non discriminiamo nessuno ma altra cosa è se qualcuno cerca visibilità politica o candidature.

A Maurizia arriva anche un invito: "Aspettiamo lei e chiunque altro a prescindere dalle scelte sessuali giovedì prossimo al comizio di Umberto Bossi".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016