Excite

Maurizio Crozza a Ballarò su Expo 2015 e corruzione: "È il sequel di Tangentopoli?"

  • Rai.it

Nella settimana contrassegnata dalle cronache giudiziarie che sembrano dipingere un'Italia non diversa da quella di vent'anni fa, Maurizio Crozza ha aperto la sua copertina a Ballarò chiedendosi "che differenza c'è fra la prima e la seconda Repubblica? Sono cambiati i giudici?", perchè a ben guardare "gli imputati sono sempre gli stessi".

Expo 2015, il video dello scambio tra Maltauro e Cattozzo

Il riferimento è agli arresti di personaggi già coinvolti nell'inchiesta Mani Pulite degli anni '90, tornati in manette per fenomeni di corruzione e turbativa d'asta legati agli appalti Expo 2015: "Una nuova Tangentopoli con Frigerio e Greganti? Cos'è, il sequel? Erano già stati in galera nel '93 (...) Frigerio e Greganti spuntano solo per i grandi eventi. Sono come Michele Zarrillo, non lo vedi mai, spunta solo per Sanremo" commenta Crozza. In seguito alla misura cauutelare il vecchio 'compagno G.' è stato "solo sospeso" dal Partito Democratico cui risultava iscritto: "Metti che nel 2024 facciamo le Olimpiadi a Roma - ironizza Crozza - non te lo giochi Greganti di nuovo come portabandiera?".

Il quadro che esce dall'inchiesta della Procura di Milano sulla cosiddetta cupola in grado di condizionare gli appalti è disastroso: "Dicevano che l'Expo mostrerà al mondo cos'è l'Italia... Io, a questo punto, farei il Padiglione Italia a forma di busta". Perché la bustarella resta una costante nel nostro Paese: "Come truccatori di appalti, noi nel mondo siamo leader... Siamo i visagisti delle gare, i make up artist dell’illecito". L'ultima Expo a Milano nel 1906, ha ricordato Crozza, lasciò bellissime opere liberty: "Questa del 2015 non so se lascerà ancora qualcuno in liberty".

Come al solito in questi casi, la politica si propone di intervenire con notevole ritardo: "Renzi a Milano ha detto che ci mette la faccia: ma non l’aveva già messa sull’abolizione del Senato? E sulle riforme? E sul Jobs Act? Quante minchia di facce c'ha Renzi? Cos’è, un dado?". Il premier ha scelto il pm anticamorra Raffaele Cantone come garante della trasparenza dell'Expo: "Renzi mette una task-force anticorruzione, adesso! Che riflessi! Come togliere lo scoglio dall'isola del giglio per evitare che un'altra nave ci vada a sbattere".

La copertina di Crozza alla puntata di martedì 13 maggio 2014 si conclude con una panoramica sulle Europee, le vicissitudini dei leader dei principali partiti e un'imitazione di Matteo Salvini, segretario della Lega ospite in studio. A colpire il comico è stata una frase pronunciata in piena campagna elettorale da Matteo Renzi: "In una scuola di Milano ha chiesto ai bambini di aiutarlo a salvare l'Italia. Eh... ma dove lo trovi un bambino condannato per frode fiscale con cui fare le riforme?".

Maurizio Crozza a Ballarò: video della copertina di martedì 13 maggio 2014

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017