Excite

Maurizio Crozza a Dimartedì sul crollo di Ostuni: "La scuola dovrebbe aprire le menti, non le teste"

  • Youtube

Un Maurizio Crozza ancora una svolta scatenato presenta la sua copertina nella puntata de Dimartedì, il programma de la 7 condotto da Giovanni Floris del 14 aprile.

ISTRUZIONE MAL PAGATA - Il primo tema affrontato da Maurizio Crozza è quello dell'istruzione. Il comico genovese parte con un parallelo con il Giappone, dove gli unici a non essere obbligati ad inchinarsi davanti all'imperatore sono gli insegnati. "I nostri docenti, invece, devono chinare la testa. Anche perché già è molto se lo stipendio riescono a prenderlo. Ci sono professori che guadagnano meno delle paghette dei bambini a cui insegnano".

Maurizio Crozza, buona Pasqua con tutti i suoi personaggi

IL CROLLO DI OSTUNI - Crozza ha parlato poi del crollo del soffitto in una scuola di Ostuni: "E' successo a Bari, Pescara, Lecco, Ravenna, con diversi bambini feriti. Ormai i professori sono costretti a fare l'appello sia all'inizio delle lezioni che alla fine".

Per Crozza le scuole italiane sono così pericolanti che ci sono piloti di Formula 1 che, finita la carriera, per provare ancora il brivido dell'adrenalina si cercano un posto da bidello.

"Mamme preoccupatissime che quando vedono i loro figli andare a scuola dicono 'non andare, parliamone. invita i tuoi amici e sfondatetvi di play station'. La scuola dovrebbe aprire le menti, non le teste".

Le scuole sono pericolanti. Allora l'idea buona è quella di ritornare al metodo di Aristotele. Insegnare per le strade. "Eh già ma le strade secondo voi non crollano? E' accaduto a Palermo, in Sardegna, a Villasimius, sulla Foligno-Civitavecchia. Ed è ccaduto dinuovo a Palermo, qualche giorno fa. Qui l'imitazione di un mafioso: 'peccato che sia crollato un pilone, ci avevo messo mio cugino. Lo Stato me lo ha ucciso due volte'".

Per Crozza, che snocciola dei dati: 6200 frane in corso sulle strade italiane, per 720 tratti a rischio solo sulle autostrade. Le strade italiane ormai sono così pericolose che non sembrano costruite dall'Anas, ma ristrutturate dall'Isis.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017