Excite

Maurizio Crozza a diMartedì svela il sogno di Razzi al Quirinale: "Io ci metterei Barbara D'Urso"

Nuova puntata di diMartedì e nuova copertina per Maurizio Crozza, che come ogni settimana apre il talk show di La7 con le sue battute e la sua spietata analisi dei principali fatti di politica e attualità. Partendo, stavolta, da una delle sue imitazioni più note.

Maurizio Crozza a diMartedì: "L'Isis che taglia la testa a Gasparri? Prima devono trovarla"

È al personaggio Antonio Razzi che Crozza affida infatti l'introduzione della trasmissione, commentando innanzitutto i fatti riguardanti l'ultima fuga di grillini dal Movimento 5 stelle, commentando con un "sono diventati ricchioni" il passaggio "dall'altra parte della barricata". Poi Razzi dice la sua, definitiva, sulla nomina del presidente della Repubblica: "Io ci metterei a Barbara D'Urso, che me la tromberei volentieri, non come a Prodi che se lo vogliono trombare tutti". Quindi, svestiti i panni dello stravagante senatore, riprende il focus sull'M5s, che "ormai possiamo chiamare Movimento 5 Persone". Anche se, secondo Crozza, i transfughi non sono stati comprati dal Partito democratico, ma "avevano solo voglia di vedere Renzi da vicino".

Arriva allora il momento Grecia, che viene introdotto dalla triste evidenza della mancanza di un "eroe" alla Tsipras in Italia: "Lo vedremo mai un cartello: Siamo tutti Giuliano Amato?". Amato che, ricorda Crozza, in caso di elezione al Quirinale potrebbe riuscire a "mettere le mani su un’altra pensione". Circa il risultato greco, il comico si dice spaventato: "Ma che sinistra è? Hanno vinto da 48 ore, non si sono nemmeno spaccati?!". E se la vittoria di Syriza preoccupa la Merkel ("Se prestavo soldi a Vanna Marchi e al mago Do Nascimiento ero messa meglio"), sembra invece di buon auspicio per Renzi: lui e Tsipras, scherza con un gioco di parole sulla lingua greca, "insieme sono due grandissimi paraculò". Si chiude con Salvini, presente in studio, che "ha proposto il suo candidato per il Colle: Putin".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017