Excite

Maurizio Gasparri shock, contro gli studenti: 'Arresti preventivi'

Gli studenti, dopo gli scontri a Roma, tornano a manifestare il loro dissenso verso la legge Gelmini. La loro intenzione di scendere in piazza potrebbe subire delle limitazioni dopo gli annunci shock di Maurizio Gasparri e del sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano.

Video Gasparri ad Agorà: 'Ai cortei potenziali assassini!

I video degli scontri di Roma del 14 dicembre

Il capogruppo al Senato del Pdl ha suscitato molte polemiche per aver dichiarato la necessità di un nuovo 7 aprile 1979, quando furono arrestati vari manifestanti ritenuti vicini alle bande di terroristi. Le esternazioni del politico nascono in seguito alle scarcerazioni dei ragazzi arrestati durante la guerriglia urbana il 14 dicembre.

Le immagini della guerriglia urbana durante gli scontri a Roma

Gasparri ha dichiarato: 'Qui serve una vasta e decisa azione preventiva. Si sa chi c'è dietro la violenza scoppiata a Roma. Tutti i centri sociali i cui nomi sono ben noti città per città. La sinistra, per coprire i violenti, ha mentito parlando di infiltrati. Bugie. Per non far vivere all'Italia nuove stagioni di terrore occorre agire con immediatezza. Chi protesta in modo pacifico e democratico va diviso dai vasti gruppi di violenti criminali che costellano l'area della sinistra. Solo un deciso intervento può difendere l'Italia'.

Parole che hanno scatenato il dibattito politico da destra a sinistra a cui si aggiunge la proposta del sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, il quale vorrebbe applicare il Daspo (divieto di accedere alle manifestazioni sportive) anche alle piazze. L'opposizione ha risposto alle parole del capogruppo con indignazione e ha parlato di 'Fascismo'. Nichi Vendola, intervistato da Lucia Annunziata, ha affermato: 'L'arresto preventivo è annuncio di fascismo, Gasparri all'età di questi ragazzini aveva l'attitudine alla violenza teppistica'.

Mentre Massimo D'Alema a 'Che tempo che fa' snobba le parole di Gasparri e 'Ignazio La Russa' cerca di chiarire le parole del collega: 'Non credo proprio che serva introdurre leggi speciali, basta seguire quelle esistenti'. Gli studenti, invece, non vogliono essere paragonati a ragazzi degli anni '70: 'Non siamo terroristi, siamo persone che vogliono difendere il proprio diritto di manifestare contro un governo che ha fatto pagare la crisi ai giovani, privandoli di un futuro'.

Nella mattinata di oggi Gasparri ha rincarato la dose, intervistato da Agorà (Rai Tre): 'Voglio fare un appello: genitori, dite ai vostri figli di stare a casa. Quelle manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini. Vanno evitate'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016