Excite

Maurizio Landini candidato con un partito in politica: "Coalizione sociale per lavoro e diritti"

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Risponde alla formula della coalizione sociale e non prevede un nuovo partito, il progetto di alternativa “democratica” alla sinistra di governo di Matteo Renzi lanciato ieri dal segretario nazionale della Fiom Maurizio Landini in un'intervista al Fatto Quotidiano.

Renzi esulta per l'approvazione del Jobs Act: nuovi contratti, meno diritti?

L'ipotesi che il leader dei metalmeccanici scenda in campo personalmente candidandosi come capo di uno schieramento progressista, magari nelle vesti di uno Tsipras in salsa italiana sul modello di Syriza, è rimbalzata prepotentemente nelle ultime ore su giornali, tv e siti d'informazione, ma sembra al momento l'ultimo dei pensieri del diretto interessato.

“La maggior parte del Paese, quella che deve lavorare per sopravvivere, deve essere rappresentata” ha precisato Landini, ragionando sull'esigenza di dar vita ad un fronte di opposizione politico e sindacale rispetto alla linea Renzi-Marchionne sui diritti e relazioni industriali.

(Landini a Servizio Pubblico attacca la Bce: un'alternativa di sinistra per l'Europa?)

Dalla Cgil ai movimenti contro la precarietà, passando (forse) per alcuni partiti alla sinistra del Pd senza dimenticare la minoranza dem di Civati e Fassina, i tasselli della coalizione sociale alternativa a Renzi sono tanti e tutti ancora da mettere insieme, con una leadership in costruzione che attende solo il “battesimo” della base elettorale di riferimento.

Al vetriolo la risposta a distanza del presidente del Consiglio, pronto a bollare l'iniziativa di Maurizio Landini come una sorta di colpo di coda da parte di un perdente che “scende in politica dopo la sconfitta nel sindacato.

Nel lungo braccio di ferro all'interno della stessa "famiglia", alimentato da un lato dal fermento interno al Pd e dall'altro dalla rincorsa ad un'edizione italiana di Syriza, lo scatto in avanti del numero uno della Fiom rappresenta sicuramente una svolta, in parte annunciata: prima o poi la sfida troverà concretezza alle urne, dove le due anime della sinistra italiana si presenteranno l'una contro l'altra armate.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017