Excite

Maurizio Lupi e lo scandalo corruzione su grandi opere, M5S contro il ministro: "Dimissioni"

  • Getty Images

Bufera sul ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi dopo lo scoppio dello scandalo grandi opere, con l'arresto di due alti funzionari coi quali l'esponente del Nuovo Centrodestra era secondo i magistrati in rapporti molto stretti.

Tangenti su Tav, Expo e Mose: alti funzionari del Ministero in manette, trema la politica

Ercole Incalza e Stefano Perotti, stando a quanto emerso finora da telefonate e testimonianze raccolte in sede d'investigazione dalla Procura, avrebbero usufruito negli ultimi anni di una sorta di corsia preferenziale per l'assegnazione degli appalti, garantita indirettamente o in prima persona dall'ex dirigente nazionale di Forza Italia.

I privilegi ottenuti dai personaggi influenti oggetto dell'inchiesta, a quanto pare, sono stati ricambiati generosamente corrispondendo al politico lombardo favori di vario tipo, dai rolex agli abiti sartoriali forniti in regalo agli incarichi di prestigio per il figlio secondogenito Luca.

Grazie al “sistema Incalza, i costi delle opere pubbliche miliardarie come Tav, Expo 2015 e Mose sono lievitati nel tempo fino a raggiungere cifre esorbitanti, per poi fruttare ricompense abbondanti ai principali sponsor politici degli appalti “pilotati”: una gallina dalle uova d'oro degna dell'epoca Tangentopoli.

(Expo 2015, il ministro delle Infrastrutture entusiasta per la "grande opera")

Chiamato in causa espressamente da alcune intercettazioni finite su pagine di giornali e siti web in queste ore, Maurizio Lupi (al momento estraneo formalmente alle indagini) si è difeso dalle accuse mosse da M5S, Lega Nord ed altre forze d'opposizione, escludendo in partenza l'ipotesi di dimissioni nonostante il poco edificante quadro venuto fuori dalle prime risultanze dell'inchiesta.

“Non ho mai chiesto all'ingegner Perotti di far lavorare mio figlio ha precisato in un comunicato diffuso ieri a fine giornata, il titolare delle Infrastrutture per conto dell'esecutivo Renzi, ma la pioggia di critiche sul ministro Ncd sembra destinata ad aumentare di ora in ora.

Sul piatto della bilancia, a livello politico, l'imbarazzo per gli sviluppi potenzialmente esplosivi dell'ennesimo scandalo corruzione potrebbe pesare non poco sugli equilibri dell'attuale maggioranza di governo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017