Excite

Michele Santoro sfida Beppe Grillo: "Smetta di insultare o scendiamo in piazza per la libertà d'informazione"

  • Facebook

L'attacco frontale di Beppe Grillo a Michele Santoro non è caduto nel vuoto: la citazione come giornalista del giorno nella consueta rubrica sul blog del comico ha trovato una risposta forte da parte del conduttore di Servizio pubblico, che non ha intenzione di restare a guardare. Perchè se tra il pubblico del suo programma e il Movimento 5 Stelle c'è sempre stato un certo feeling, non può certo dirsi lo stesso per Grillo e Santoro, almeno da un paio d'anni a questa parte.

Michele Santoro "giornalista del giorno" nel blog di Grillo. I 5 Stelle contro Servizio Pubblico e il suo ospite

I toni dello scontro si sono accesi dopo l'ultima puntata del talk show di La7, dedicata alla chiusura dell'altoforno di Lucchini: lo spazio dedicato all'operaio Mirko Lami, risultato poi candidato Pd al Senato per la Toscana nel 2008, ha scatenato la reazione del Movimento per le critiche rivolte al leader. La risposta di Michele Santoro, a distanza di qualche giorno dal post che lo ha inserito nella lista nera dei giornalisti invisi ai grillini, è arrivata durante la conferenza stampa di presentazione del programma Announo di Giulia Innocenzi, in onda su La7 da giovedì prossimo con Matteo Renzi come primo ospite.

Servizio pubblico, Michele Santoro a Beppe Grillo: "Torna in te, non sei Gesù"

Il conduttore di Servizio pubblico non ha intenzione di restare inerme di fronte alle invettive di Beppe Grillo, chiede rispetto per chi fa informazione ed è arrivato a sfidarlo apertamente se non dovesse cambiare attegiamento: "Ormai Grillo è un leader politico e non può parlare come un comico, mi auguro che inizi a rispettare il ruolo dei giornalisti e che non ci sia bisogno di fare altro. Se però continua a fare campagne di proscrizione, ad aizzare il web (...) penso sia un'operazione di legittima difesa andare a battersi per la libertà di informazione nelle piazze dove stanno loro, piazza per piazza, non saranno le masse sterminate di Grillo ma qualche massetta la trovo pure io, fin quando non abbbiamo ripristinato i reciproco rispetto".

Michele Santoro ci tiene a precisare che non si tratta di un'operazione politica, ma di semplice difesa del diritto di fare informazione: "Mi auguro che smetta di usare toni illiberali. Se non smetterà di parlare a vanvera, ci batteremo nelle piazze per la libera informazione: essere trattati come dei pennivendoli francamente non lo consentiamo".

Il giornalista non è nuovo ad iniziative del genere: quando quattro anni fa la Rai gli proibì di andare in onda per la par condicio si inventò l'evento Rai per una notte e fu un successo clamoroso, per non parlare dei movimenti che si sollevarono in sua difesa dopo l'editto bulgaro berlusconiano con cui fu cacciato dalla Rai nel 2002.

Stavolta pensa ad un'azione per rivendicare la libertà dei giornalisti di fare il proprio mestiere. Il giudizio di Santoro, che pure in Rai era l'unico a dare spazio alle invettive di Beppe Grillo sulla tv pubblica, è impietoso. Tanto da paragonare i mezzi dei pentastellati a quelli dei berlusconiani: "I Cinque Stelle sono diventati bravi con il gossip, una sorta di Casaleggio-Dagospia contro gli avversari. Quando si parla di ‘peste rossa’, Grillo usa gli stessi argomenti che usava Berlusconi".

Il giornalista ha anche lanciato un monito a fare attenzione al clima che si respira in questo periodo, ricordando le minacce di morte arrivate a Vauro che aveva osato criticare il Movimento 5 Stelle. E all'amico Marco Travaglio, che sottolinea come i toni del web siano sempre inevitabilmente esacerbati, ricorda che un conto è la violenza spontanea, altro è quella provocata da un movimento politico. "Non credo che Grillo abbia merito per dare giudizio morale sugli altri, online si sta creando una sorta di piazza Tahrir anti istituzionale a prescindere" ammonisce Santoro, pronto a contrastare gli atteggiamenti di Grillo anche ricorrendo alla piazza.

Michele Santoro presenta Announo e sfida Beppe Grillo: il video

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017