Excite

Montecitorio, chiude il ristorante: in arrivo il self service

  • Infophoto

Tovagliette di carta usa e getta e posate in semplice ottone, proprio come da "Cacio e pepe", popolarissima trattoria di Travestere. Anzi peggio. Per i deputati di Montecitorio sono finiti (finalmente) i tempi dei camerieri in guanti bianchi pronti a riempiri il bicchiere vuoto dell'Onorevole di turno.

Il ristorante di Montecitorio chiude al suo posto arriva la mensa. I deputati dovranno mettersi in fila con il vassoio in mano, attendere il proprio turno e servirsi da soli. Daltroande stiamo parlando di un self service, appunto. Del resto sono in azienda anche loro.

I parlamentari dovranno rinunciare ai privileggi finora goduti nel ristorante della Camera a partire dalla prossima legislazione, nel 2013. La mensa costerà 12 euro e si potrà scegliere tra tre primi piatti, tre secondi piatti più contorno e frutta. "La vera novità è che il conto verrà interamente pagato di tasca propria dal deputato", spiega il questore della Camera, Antonio Mazzocchi, il quale ha proposto questo nuovo sistema votato all'unanimità.

E per chi non si accontenta della "solita ministra", precisa Mazzocchi: "Ma se qualcuno vuole fare lo splendido non gli è proibito. Ogni giorno sarà disponibile un piatto deluxe, come le ostriche con lo champagne, e chi lo desidera se lo potrà pagare a prezzi normali".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016