Excite

Monti: "Merkel non vuole Pd al governo. Se italiani votano Berlusconi, il problema sono loro"

  • Getty Images

Mario Monti ne è convinto: una vittoria netta del centrosinistra metterebbe in allarme il governo tedesco. Il candidato premier di Scelta civica per l'Italia, in queste ultime battute di questa campagna elettorale, gioca la sua carta preferita, quella del prestigio internazionale suo personale e del governo tecnico in scadenza. E mentre Berlusconi e Bersani si rincorrono promettendo benefici e diminuzioni delle tasse (il primo punta sull'Imu, il secondo ha annunciato l'intenzione di abolire il ticket sanitario sulle visite specialistiche), Monti tira in ballo l'Europa ed in particolare il governo tedesco per promuovere la propria candidatura a premier.

Berlusconi su Cairo a La7: "Meno di sinistra. Da Bersani avvertimento mafioso"

Intervistato ad Adnkronos Confronti, il Professore non ha usato mezzi termini nel descrivere le opinioni della Cancelliera tedesca sulle elezioni italiane: "La Merkel teme l'affermarsi di partiti di sinistra soprattutto in un anno elettorale per lei, credo che non abbia nessuna voglia di vedere arrivare il Pd al governo". Dichiarazioni che certo peseranno sull'eventuale accordo post-elettorale tra la coalizione centrista e quella guidata da Bersani.

Un'ipotesi, quella della grande coalizione, che Monti smentisce nettamente, definendo "falsa e illegale" la previsione avanzata da Berlusconi secondo cui Scelta civica non raggiungerà il 10% e farà un'alleanza con il centrosinistra. La versione ufficiale, dunque, è sempre la stessa: impossibile che Monti, Bersani e Vendola governino assieme. Tanto che il Professore smonta la dichiarazione di Berlusconi sulla questione: "La parte illegale - spiega il premier uscente - è quella in cui dice che in base agli ultimi sondaggi questo centro è probabile che non raggiunga il dieci per cento. Gli ultimi sondaggi si possono usare o no? Non credo che sia legale usarli". L'affermazione falsa, invece, sarebbe quella che vuole Monti intenzionato a governare col Pd "con la benedizione della Merkel (...) C'è il condensato della falsità, perchè non è affatto vero".

Rimborso Imu 2012: la lettera di Berlusconi agli italiani scatena la polemica

Monti spara a zero sul centrodestra e su Silvio Berlusconi, indicando il suo possibile successo elettorale come un problema del sistema-Paese Italia, perchè se dopo i trascorsi al governo il Cavaliere dovesse ancore fare incetta di voti, vorrebbe dire che "il problema non è lui ma siamo noi italiani". Il leader di Scelta civica ha ricordato ancora una volta la scarsa credibilità di Berlusconi nel mondo, sostenendo che tante volte nei suoi viaggi all'estero gli è stato chiesto "come potete avere questo strano Primo ministro che fa queste cose e fa queste dichiarazioni". Poi Monti si è lanciato in un'analisi del successo del berlusocnismo nel nostro Paese: "Io l'ho sempre difeso, noi italiani l'abbiamo eletto tre volte. Forse la prima volta è dipeso dal potere mediatico, ma se lo votiamo la quarta volta agli occhi del mondo l'imputato di stranezza non sarà Berlusconi ma gli italiani". Poi ha commentato la lettera di Berlusconi agli italiani che invita a votare Pdl per ottenere la restituzione dell'Imu: "Io avevo detto 'questo farà dei tentativi per comprare il voto degli italiani con i soldi dello Stato', ma non pensavo che avrebbe incarnato così alla lettera quello che temevo avrebbe fatto e che sta facendo".

Beppe Grillo a Milano contro i politici: "Arrendetevi, siete circondati". Dario Fo sul palco con lui

Dell'atteso exploit di Grillo, che ha riempito le piazze col suo Tsunami tour, Monti pensa che sia un fenomeno importante, da tenere in considerazione, ma che fondamentalmente il Movimento 5 Stelle sia tutto votato all'antipolitica: "Loro sono protesta e protesta, noi siamo protesta e proposta e, credo di averlo dimostrato, con capacità di governo". Di Grillo apprezza la grande capacità di mobilitare le piazze ed ammette di non avere la stessa attitudine alla comunicazione, ma di preferire il dialogo con un numero determinato di soggetti, perchè più costruttivo.

Infine, Monti ha confermato la sua intenzione di proporre la leader radicale Emma Bonino alla Presidenza della Repubblica: "Sarebbe una candidata molto, molto buona al Quirinale. In Commissione Ue insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro. E' una di quelle persone di cui ce ne vorrebbero di più".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017