Excite

Movimento 5 Stelle occupa il tetto di Montecitorio: "La Costituzione è di tutti". Boldrini: "Fatto grave"

  • Twitter @beppegrillo

Singolare protesta del Movimento 5 Stelle a Montecitorio: dodici deputati hanno inaugurato la tre giorni di mobilitazione in difesa della Costituzione (i CostitutionDays) occupando il tetto della Camera. Un gesto eclatante per protestare contro il ddl sulle riforme costituzionali in discussione in Aula, in vista del voto di martedì.

Costituzione, deputati del Movimento 5 Stelle sul tetto della Camera: le foto

In dodici sono saliti sul tetto di Montecitorio ed hanno esposto uno striscione sulla facciata dell'edificio con la scritta: "La Costituzione è di tutti". Laura Castelli, Carlo Sibilia, Alessandro Di Battista, Alessio Villarosa, Manlio Di Stefano, Dalila Nesci, Sergio Battelli, Filippo Gallinella, Maria Edera Spadoni, Massimo Artini, Giuseppe D’Ambrosio hanno portato sul terrazzo i loro trolley, per restare a presidio dello striscione e dare vita ad un'occupazione del Palazzo.

Il Movimento ha annunciato iniziative e banchetti in tutta Italia per mobilitare le coscienze contro la riforma che prevede la modifica dell'articolo 138 della Costituzione, quello che definisce norme e tempi per la modifica della Carta Costituzionale. Le motivazioni della protesta sono spiegate da un post dei deputati 5 Stelle pubblicato sul blog di Grillo: "Il M5S non è contrario a ogni riforma costituzionale. Noi pensiamo che la Costituzione si debba cambiare per dare più potere ai cittadini, con l'introduzione del referendum propositivo senza quorum e dell'obbligo di discussione delle leggi di iniziativa popolare. Sogniamo un Paese in cui il popolo comandi e il governo obbedisca". Non è questo però il senso della riforma in discussione alla Camera, che vuole mettere mano agli strumenti di revisione della Costituzione, per poterla modificare in modo radicale e scavalcando le procedure di garanzia previste dalla Costituzione stessa. Lo scopo è approvare una modifica in senso Presidenzialista della nostra legge fondamentale: "Le riforme costituzionali che vogliono fare i partiti vanno esattamente nel senso opposto: togliere ulteriori poteri a un Parlamento già esautorato e conferirli nelle mani di pochi. Il tutto derogando all'art. 138 della Costituzione stessa, l'articolo che detta le regole per la modifica della carta costituzionale. In sostanza un Parlamento di nominati, pieno zeppo di piduisti, in tempo di crisi e sotto ricatto di Berlusconi vuole modificare la Costituzione senza nemmeno rispettare le regole!".

Con un tweet il leader Beppe Grillo aveva annunciato la protesta spettacolare dei 5 Stelle: "I nostri parlamentari sono sul tetto del parlamento. Stanno per fare un gesto eclatante!". E pubblicando la foto dello striscione calato dal tetto della Camera, accanto al torrino della campana e all'orologio sulla facciata, Grillo ha commentato: "Spettacolo 5 Stelle". I deputati hanno anche lanciato dal terrazzo dei volantini in cui spiegano le motivazioni della protesta in difesa dell'articolo 138 della Costituzione.

La protesta ha subito infiammato la discussione politica dentro e fuori dall'Aula: "Facciamo come gli operai che per protestare salgono sui tetti delle fabbriche. E' l'unico modo per svegliare il Paese dormiente" ha spiegato Alessandro Di Battista (che ha postato sulla sua pagina Facebook il video pubblicato sotto). Ma in aula Pd e Pdl hanno protestato contro il flashmob 5 stelle: "Quella che sta avvenendo sul tetto é una pagliacciata. È una cosa vergognosa: sono sicuro che qualcuno ha rubato la bandiera dei Cinquestelle" ha detto in Aula Ettore Rosato (Pd). Proteste anche dal deputato Pdl Sisto. La presidente della Camera Laura Boldrini ha definito il gesto un "fatto grave" e ha fatto sapere che in serata si terrà una riunione per valutare sanzioni: "Il nostro regolamento ha tante possibilità per fare un'opposizone costruttiva, non c'era bisogno di gesti così eclatanti. Non è che da qui verrà qualcosa di meglio per il Paese".

Deputati del Movimento 5 Stelle sul tetto di Montecitorio: il video

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017