Excite

Mussolini - Santanchè, scambio di insulti

Il battibecco scoppiato a distanza tra le due deputate, Alessandra Mussolini e Daniela Santanchè (foto), è colpa di Silvio Berlusconi. Il Cavaliere infatti è stato l'involontario provocatore della lite. Tutto è partito con la Santanchè che ha invitato le donne "a non votare Berlusconi perché non ha rispetto per le donne e ci vede solo orizzontali, mai verticali".

Immediata la risposta di Alessandra Mussolini: "È una donna politicamente orizzontale, stia zitta". E non si è fermata qui. Ha sottolineato che "è sempre stata protetta a discapito del merito. Prima con un posizionamento d'onore nel listino bloccato, dietro a Fini e ora scelta come candidato premier da un protettore politico. Non sta certo a me difendere Berlusconi, del quale sono note la galanteria nonché il rispetto delle donne in politica come nella società. Fossi in lei eviterei di cercare la polemica con lui su questo argomento: rischia il grottesco".

La Santanchè non ha aspettato molto per rispondere a tono: "Abbiamo visioni diverse. A me non piace parlare male delle donne. Ma vorrei sapere cosa pensa suo nonno di Alessandra Mussolini. Penso che si rivolterebbe nella tomba a vederla fare la valletta di chi ha definito il fascismo il male assoluto".

"Proprio stanotte - ha obiettato la nipote del Duce - ho sognato mio nonno Benito e mi ha detto cosa pensa della Santanchè". Una frase che ha provocato una seconda replica della Santanchè, stavolta tramite lettera: "Cara Alessandra, ti rivelo io riservatamente cosa ti ha detto ieri notte nonno Benito in sogno - scrive la Santanchè - Mia amatissima nipotina, non dovevi essere proprio tu e non la Santanchè a ricordare agli italiani, come ha fatto oggi a Napoli con la schiena dritta e il petto in fuori, che senza Mussolini non ci sarebbero stati il salario garantito, l'Inps, i diritti per le donne, Cinecittà, Marconi, Pirandello, D'Annunzio, la grande architettura e le grandi bonifiche? Ti perdono mia carissima Alessandra perché non sai quello che fai e con chi stai anche perché senza Mussolini neppure il tuo Fini sarebbe mai esistito politicamente. Con comprensione, tua Daniela".

Ma la Mussolini a sentir parlare del nonno è andata su tutte le furie. "Quando lei organizzava scodinzolante convegni a favore dell'ingresso di An nel Ppe e il suo attuale capo pensava al Laziogate, io venivo eletta con oltre 130.000 preferenze in Europa. Non giochi con il fascismo. Non basta una lettura veloce del Bignami o un appunto scritto da altri per poterne parlare ad una abituata al Billionaire".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016