Excite

Napolitano, dimissioni a dicembre 2014: "Non ce la faccio più". Renzi insiste: "Deve restare"

  • Twitter

di Raffaele Natali

Si fa sempre più concreta l'ipotesi secondo cui Giorgio Napolitano sarebbe prossimo a dare il congedo al proprio mandato al Quirinale: le dimissioni del capo dello Stato sarebbero già state decise negli scorsi mesi, a seguito di riflessioni profonde sul proprio ruolo, e, stando a quanto trapela, la fine dell'anno sarà l'occasione per dare la notizia al Paese.

Incredibile a Bologna: l'auto di Salvini investe i manifestanti - VIDEO

A nulla sarebbe servita dunque l'opera di convincimento che anche negli ultimi giorni sarebbe stata portata avanti dal premier Matteo Renzi: "Presidente, la prego di rivedere la sua decisione e di restare più di quanto vorrebbe. Il Paese è in una fase critica per le riforme e non solo, c'è bisogno di lei, come garanzia per tutti, finché non usciremo dall'emergenza". Questo in breve il succo del messaggio che nelle ultime ore il Presidente del Consiglio avrebbe accoratamente trasmesso a Napolitano, che tuttavia sembrerebbe irremovibile.

Lite accesissima tra Augias e Buttafuoco: "Antisemita" - VIDEO

Ma perché il numero uno dello Stato Italiano sarebbe arrivato a questa decisione? Alla base motivazioni istituzionali e personali: Napolitano è snervato dalle difficoltà con cui l'Italia effettua il cambio di passo auspicato, soprattuto sul piano delle riforme e sul tema della nuova legge lettorale. Ad appesantire la sua situazione, anche una serie di acciacchi fisici che gli impongono un malessere continuo: Napolitano dorme poco e male e proprio per questo avrebbe confidato ad amici che 'non ce la fa proprio più'.

Guarda il discorso di Napolitano il giorno della sua rielezione

Il prossimo scenario potrebbe dunque essere questo: a fine dicembre, magari nel messaggio di fine anno agli italiani, potrebbe arrivare l'annuncio delle imminenti dimissioni. Entro 15 giorni, l'addio definitivo a cui poi seguirebbe la convocazione della camere e la designazione delle deputazioni regionali. Subito dopo, il voto per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica. In lizza Giuliano Amato, Romano Prodi, Mario Draghi, Sergio Chiamparino, Pierluigi Bersani e Roberta Pinotti.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017