Excite

Napolitano su intercettazioni Panorama: "Autentici falsi"

  • Infophoto

Panorama esce in edicola questa mattina con una copertina che non lascia nulla all'immaginazione: "Ricatto al Presidente" e dal Colle poco fa arriva un'altrettanto chiara replica: "Risibile la pretesa di poter ricattare il Capo dello Stato".

Panorama svela il contenuto delle intercettazioni di Napolitano

Dopo il tanto annunciato scoop sul contenuto delle telefonate tra Giorgio Napolitano e Nicola Mancino - che in realtà altro non è che una serie di ipotesi, dove i virgolettati sarebbero "un esercizio pericoloso e soggetto a facile smentita, dal momento che non esistono tracce di questi colloqui nelle carte processuali" - il Presidente della Repubblica sceglie di rispondere alla "campagna di insinuazioni e sospetti" nei suoi confronti con una nota ufficiale durissima.

Il comunicato del Quirinale parla infatti di un "clamoroso tentativo di alcuni periodici e quotidiani di spacciare come veritiere alcune presunte ricostruzioni delle conversazioni intercettate tra il Capo dello Stato e il senatore Mancino", dicendo senza mezzi termini che "alle tante manipolazioni si aggiungono, così, autentici falsi".

Napolitano afferma quindi di non avere "nulla da nascondere, ma valori di libertà e regole di garanzia da far valere" e di essersi rivolto proprio per questa ragione alla Corte Costituzionale, perché si pronunci "in termini di principio sul tema di possibili intercettazioni dirette o indirette di suoi colloqui telefonici", attendendo "serenamente" la sua valutazione, dal momento che i fatti recenti confermano "l'assoluta obbiettività e correttezza della scelta compiuta dal Presidente della Repubblica" nel farvi ricorso, "a tutela non della sua persona, ma delle prerogative proprie dell'istituzione".

La nota si conclude con la conferma "della determinazione del Presidente Napolitano di tener fede ai suoi doveri costituzionali" e l'invito a "chiunque abbia a cuore la difesa del corretto svolgimento della vita democratica" di "respingere ogni torbida manovra destabilizzante".

Alla vicenda non mancano reazioni da parte dell'intero mondo politico, con Pierferdinando Casini che parla di "una cosa primitiva, non consona ad una società liberale" e conclude affermando che "evidentemente, tra gli uomini primitivi le cose funzionano in un'altra maniera" e il pidiellino Franco Frattini che dice: "Occorre tenere giù le mani dalla istituzione (e dalla persona) che presidia al massimo livello in questa fase complessa per l'Italia le garanzie costituzionali per tutti i cittadini".

Video: Napolitano-Crozza canta 'I peggiori anni della nostra vita'

Di tutt'altro tono, ma non avrebbe potuto essere altrimenti dati i precedenti, il commento del leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, che parla del conflitto di attribuzione sollevato da Napolitano affermando che "un Capo dello Stato che non si attiva per risolvere un dolore delle istituzioni mi pare molto capo e poco Stato" e liquida il presunto giudizio poco lusinghiero sul suo conto attribuito da Panorama a Napolitano dicendo: "Ci bevo sopra".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016