Excite

Nelson Mandela, morto l'ex presidente del Sudafrica: eroe della lotta all'apartheid, fu Nobel per la Pace

  • Getty Images

Nelson Mandela è morto. L'ex presidente del Sudafrica e leader della lotta all'apartheid si è spento giovedì 5 dicembre a Johannesburg: aveva 95 anni ed era malato da tempo. Madiba - com'era chiamato affettuosamente dal popolo sudafricano - era stato ricoverato la scorsa estate per un'infezione polmonare al Mediclinic Heart Hospital di Pretoria ed era attaccato a una macchina per respirare. Dopo l'ultimo ricovero in ospedale si era trasferito nella sua residenza di Johannesburg, dove ha trascorso gli ultimi mesi di vita, circondato dalla famiglia e dall'affetto di un intero Paese.

Nelson Mandela morto, l'annuncio dei siti stranieri e italiani

L'annuncio della morte è arrivato dal presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, in un commosso discorso televisivo alla nazione con cui ha confermato la scomparsa del suo predecessore: "Adesso riposa, adesso è in pace", ha detto Zuma ordinando il lutto nazionale. "La nostra nazione ha perso un grande figlio. Voglio ricordare con semplici parole la sua umiltà, la sua grande umanità per la quale il mondo intero avrà grande gratitudine per sempre" ha detto Zuma dell'eroe della lotta all'apartheid nel Paese, cui saranno dedicati funerali di Stato.

Nelson Mandela: le foto più belle dell'ex presidente del Sudafrica

Il discorso storico del 1964: "Pronto a morire per i miei ideali"

Nato a Mvezo nel 1918, Nelson Rolihlahla Mandela ha iniziato la sua battaglia per la conquista della libertà nel 1941, quando con il cugino ha deciso di lasciare il villaggio natio per non dover sposare una ragazza impostagli dal capo tribù e si è trasferito a Johannesburg. Qui ha cominciato a studiare giurisprudenza ed è entrato in contatto con i movimenti per la lotta all'apartheid, unendosi prima nell'African National Congress (ANC) e poi fondando l'associazione giovanile Youth League. Dopo la vittoria elettorale nel 1948 del Partito Nazionale, Madiba è diventato uno dei principali leader della lotta contro la segregazione e per i diritti delle persone di colore, costituendo anche con l'avvocato e amico Oliver Tambo l'ufficio legale Mandela e Tambo, che forniva assistenza gratuita o a basso costo a molti neri che altrimenti non avrebbero avuto alcun tipo di tutela.

Barack Obama piange la morte di Nelson Mandela, le foto

L'appassionata attività politica è costata a Mandela un lungo e aggressivo processo, dal 1956 al 1961, ma il 'salto di qualità' è arrivato nel 1961, quando è diventato il comandante dell'ala armata Umkhonto we Sizwe dell'ANC (Lancia della nazione o MK), della quale è stato pure co-fondatore. Arrestato l'11 luglio del 1963 e condannato all'ergastolo il 12 giugno del 1964, con la sua militanza attivissima anche dalla prigione Madiba è diventato il simbolo della lotta all'apartheid, fino a che, dietro pressanti richieste della comunità internazionale, è stato liberato l'11 febbraio del 1990, su ordine del Presidente sudafricano F.W. de Klerk, che ha sancito anche la fine dell'illegalità per l'ANC.

Nelson Mandela: 4 app mobili per ricordarlo

Insignito del Premio Nobel per la Pace nel 1993, Mandela è stato presidente del Sudafrica da maggio del 1994 a giugno del 1999 e anche dopo la fine del mandato e il ritiro dalla vita politica ha continuato la sua attività in favore delle organizzazioni per i diritti sociali, civili e umani.

Mandela e lo sport: Invictus e la vittoria del Mondiale

Madiba è stato sposato tre volte: con Evelyn Ntoko Mase, dalla quale ha divorziato nel 1957, dopo tredici anni di matrimonio, poi con Winnie Madikizela, che ha lasciato nell'aprile del 1992, e quindi con Graça Machel, vedova di Samora Machel, presidente fondatore mozambicano e alleato dell'ANC.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017